UGC, la migliore strategia per il tuo video marketing

Vidoser
Vidoser
Aug 1, 2018 · 4 min read

Il web si presenta come un contesto molto affollato dove il rischio di non emergere e di essere spazzati via dall’arena competitiva è molto elevato. La concorrenza è spietata e le fette di mercato da sfruttare sono sempre più risicate. Per emergere è importante osservare ciò che il web stesso offre e saperne cogliere le opportunità col giusto tempismo. In questo contesto una strategia UGC, basata cioè sugli user generated content (UGC), risulta sicuramente una ghiotta opportunità.

Gli UGC: cosa sono?

Gli UGC sono tutti quei contenuti creati dagli utenti e pubblicati su Internet, spesso su piattaforme di social networking come Facebook, Twitter, Instagram. Video, foto, articoli, podcast, tweet, recensioni, commenti sono tutte forme di UGC che gli utenti creano quotidianamente e condividono nel web. Gli UGC sono

  • Pubblici. Ogni UGC è pubblicato in un contesto accessibile, come un sito web o una piattaforma di social networking, e non email, chat e app di messaggistica.
  • Creativi. Ogni UGC rappresenta qualcosa di originale, e non qualcosa di “copia-incollato”.
  • Alternativi. Gli UGC sono realizzati fuori dalle tradizioni strutture di produzione contenuti, come agenzie ed editorie.
  • Puri. Gli UGC sono svincolati da qualsiasi logica di profitto, quindi non devono essere creati a scopo commerciale o professionale.

Video UGC, perchè?

Quali sono i reali vantaggi di una strategia basata sugli UGC per le aziende e i brand?

– Aumento delle vendite. Gli utenti sono diffidenti nei confronti dei messaggi pubblicitari delle aziende ed è proprio per questo che l’UGC rappresenta una risorsa preziosa: avere a disposizione le parole e l’esperienza di un altro utente loro pari, metterà il cliente nelle condizioni di potere verificare se l’azienda è meritevole o meno della propria fiducia.

– L’uso degli UGC facilità la creazione di una community. Se gli utenti saranno davvero coinvolti nelle iniziative del brand, essi si sentiranno parte di una vera e propria community.

– Conoscenza approfondita del proprio pubblico. Attraverso gli UGC i brand possono acquisire delle informazioni ben precise sulla propria audience di riferimento. L’insieme delle loro impressioni può restituire un’idea del sentimento e della reputazione dell’azienda e dei suoi prodotti e servizi, oltre a fornire un ritratto della sua buyer persona. È possibile avere un’idea piuttosto chiara non soltanto delle loro preferenze d’acquisto, ma anche delle loro abitudini e necessità che poi si potranno utilizzare per la comunicazione.

– Contenuti sempre a disposizione. Il content marketing è ormai la base di ogni piano di comunicazione online. Purtroppo con l’aumentare degli impegni e delle necessità del mercato potrebbe essere necessario ampliare il team creativo al fine di sperimentare contenuti sempre nuovi e originali. Ecco che gli UGC vengono in nostro aiuto perché ci permettono di attingere a una creatività esterna al team marketing o comunicazione.

Come avviare una strategia UGC?

Prima di tutto collaborare con la propria audience di riferimento, sollecitandola alla creazione di contenuti video. Le persone raccontano spesso cosa pensano di un brand o dell’acquisto di un suo prodotto attraverso i loro contenuti. Quindi rispondono positivamente a queste stimolazioni, nella maggior parte dei casi, data la loro volontà di:

  1. Creare video e storie di prodotto unici e originali.
  2. Avere un impatto positivi con i propri contenuti sulla loro audience di riferimento.
  3. Coinvolgere le cerchie di amici o follower a condividere spontaneamente i loro contenuti.

Crea la tua prima campagna User Generated Content, clicca qui

Bisogna quindi coinvolgere e dare sempre nuovi stimoli alle persone che vogliono e che possono generare contenuti per il tuo progetto. Le persone vogliono apparire, vogliono esserci, vogliono dare il proprio contributo. Puntare sugli user generated content vuol dire delegare agli utenti il processo di creazione dei contenuti, che proprio per questo motivo sono altamente profilati e costituiscono un riflesso dei loro desideri e delle loro esigenze.

Quattro trucchetti da seguire per la tua strategia UGC

Ecco 4 trucchi da seguire per sfruttare al meglio i contenuti generati dagli utenti:

  1. Pensa a come coinvolgere gli utenti, ipotizzando la creazione di una landing page adatta a raccogliere gli User Generated Content. Non avere un’area dove poter raccogliere i contenuti UGC potrebbe essere uno svantaggio.
  2. Pensa ad un #hashtag d’impatto sotto il quale raccogliere tutti i contenuti UGC.
  3. Mettiti nei panni degli utenti che desideri coinvolgere. Per loro partecipare deve essere semplice e risultare naturale e spontaneo.
  4. Integra gli UGC con le altre attività di Content Marketing e Social Media Marketing.

Gli User Generated Content rappresentano quindi una strategia win-win: l’azienda ottiene contenuti prodotti gratuitamente e spontaneamente dagli utenti, mentre gli utenti diventano primi attori della comunicazione aziendale. Qualcosa di così potenzialmente efficace dovrebbe, dunque, figurare in cima alle strategie marketing delle aziende.

Che aspetti, crea la tua prima campagna UGC cliccando qui

Vidoser

Written by

Vidoser

A super cool UGC-based company with the aim to entertain people

Welcome to a place where words matter. On Medium, smart voices and original ideas take center stage - with no ads in sight. Watch
Follow all the topics you care about, and we’ll deliver the best stories for you to your homepage and inbox. Explore
Get unlimited access to the best stories on Medium — and support writers while you’re at it. Just $5/month. Upgrade