Quackshot — Sega Mega Drive 1991

Quackshot è un videogioco che ha come protagonista Paolino Paperino — grazie traduzione italiana — che, mentre svolge servizi di pulizia dentro la dimora di Zio Paperone, per caso trova una mappa del tesoro, dopo aver curiosato di più ed approfondito la questione, parte la ricerca del prezioso.

In questo caso l’appuntamento con Paperina se ne va a farsi benedire, l’eroico pennuto, infatti, decide di pisciare allegramente la serata con la fidanzata per correre a casa, prendere i suoi nipotini, piazzarli alla guida di un aeroplano — Jet McQuack dov’eri? — e di girare il mondo per trovare questo fantomatico tesoro.
Naturalmente, come ogni avventura che si rispetti, non manca il cattivo di turno, in Quackshot Pietro Gambadilegno copre questo ruolo, appoggiato dalla sua banda disposta a qualunque cosa pur di impedire a Paperino di arrivare a dama nella sua missione.
Ci ritroveremo a spostarci continuamente da un posto all’altro, incontrando creature sempre più strane con l’intramontabile boss fine livello, dal Messico alla Transilvania, vagheremo su una nave vichinga fino ad arrivare al Polo Sud, passando per la corte del Maharaja.
Quackshot rispecchia il platform perfetto, i comandi classici donano immediatezza al titolo, mettendo a proprio agio il videogiocatore sin dall’inizio, come se sapesse già cosa fare e dove andare.

Impugneremo sin dall’inizio una pistola spara sturalavandini, un’arma mai letale, la cambieremo, in base alla situazione in cui ci troveremo, con una pistola spara bolle ed una spara pop-corn che troveremo durante il nostro percorso ed essendo Paperino famoso per i suoi scatti d’ira, una volta raccolti cinque peperoncini nei livelli di gioco, il nostro papero preferito si tramuterà in una macchina spacca tutto, capace di sconfiggere ogni ostacolo che troverà di fronte a se, ma attenzione ai burroni, se ci cadete dentro è morte.

Quackshot è accompagnato da un comparto audio di tutto rispetto, buona sia la musica di sottofondo che gli effetti sonori, menzione d’onore allo “squawk” che si sente quando viene colpito Paperino.

Sono molto legato a questo titolo, sarà che mi ha sempre trasmesso un senso di avventura che nel 1991 mancava un po’, sarà che come protagonista c’era il mio personaggio preferito — sì, anche io odiavo il saccente e precisino Topolino — il mio consiglio quindi è quello di reperire un bel Sega Mega Drive, la cartuccia di Quackshot ed aiutare Paperino alla ricerca del tesoro.

P.S.
Se non sapete perché Pippo è il classico personaggio triste, guardate il video e lo scoprirete.