This story is unavailable.

Già. Chiudiamo a Bruxelles…

Come si spiega allora l’ imperterrita permanenza di tutto l’ apparato italiano dislocato a Bruxelles e a Strasburgo? Che mi risulti nessun funzionario o componente di commissione è stato ritirato in attesa che ci sia un deciso cambio di rotta. I nostri rappresentanti continuano a partecipare alle attività del Parlamento, pertanto credo si imponga un’ istanza di sincerità:

Quando scendo a Udine, dalla facciata del palazzo della Regione penzola da mesi lo striscione giallo “Verità per Giulio Regeni”. Constato però che i rapporti commerciali ed istituzionali con l’ apparato egiziano proseguono immutati. Si tratta di una scelta chiara: L’ interesse viene prima dei princìpi e dunque lo striscione è semplicemente pro-forma: Un enunciato vuoto.

Vuoto come i fervorini del tipo “Più famiglie, più lavoro-meno banche”, quando al contrario il Suo partito sta facendo il tifo per l’ ingresso all’ Eliseo di un uomo delle banche mandato lì a garanzia del puntuale mantenimento dello status quo.

A Milano mi sono sinceramente stupito che nessuno, durante la sfilata Pd del 25 aprile, abbia avuto l’ ispirazione di tirare qualcosa sulla zucca degli infelici intenti a sfilare con quei ridicoli striscioni. Forse c’è oggettiva difficoltà a reperire pietre nei condomini, oppure più semplicemente il senso di compatimento per i manifestanti era il medesimo con cui noi, liberi ragazzi della montagna osservavamo passare il drappello degli scouts con i loro gagliardetti e le divise. Venivano ad esplorare la nostra valle in abiti ridicoli, salvo poi allestire le tende in un greto di torrente soggetto a piene improvvise. Degli sfigati insomma, analoghi a quelli che si lasciano raccontare favole come quella della politica fiscale unica e unitaria quando sulle nostre aliquote pesa e seguiterà a pesare in futuro un debito pubblico crescente e sacche di inefficienza a cui nessuno ha iniziato a mettere mano in quanto politicamente intoccabili.

C’è bisogno di un forte shock in Europa, non di pappette al burro e finte prese di posizione che durano lo spazio di un articolo. La logica che ci si debba invariabilmente accontentare del meno distante nonostante i conati di nausea non è fatta per questi tempi. I cosiddetti democratici hanno bisogno di essere svegliati da una batosta epocale perché evidentemente Brexit non è stata sufficiente. Se fossi anche francese, oltrechè un vecchio trozkista, credo che la settimana prossima con il mio voto punirei i responsabili di questo raggiro giallo e blu.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.