Pensieri sparsi e personalissimi su

Kurt Cobain: Montage of Heck


1. Non te lo dicono ma è in lingua originale coi sottotitoli (thanks God).

2. Manca Dave Grohl, per delle scuse poco credibili del regista Brett Morgen. Tipo che Grohl stava girando l’imperdibile documentario Sonic Highways, peccato che il regista ci abbia messo 8 anni a fare questo montaggio del cazzo.

3. Non è montato così male, dai. Anzi c’è un’interessante deriva cupo-noise che utilizza i cazzeggi su nastro di Kurt. Forse l’unico motivo sensato per starli ad ascoltare.

4. Se sei stato un fan, più o meno hai già visto tutto. Le scene inedite sono quelle di lui e Courtney con la bambina, che ho trovato forse fin troppo intime e mi hanno messo a disagio.

5. Degne di nota sono le animazioni dei disegni di Kurt. E le sequenze animate disegnate a mano di Hisko Hulsing: guarderei un film fatto solo di quelle.

6. Mi ha ricordato quanto è bella la biografia ufficiale scritta da Micheal Azerrad. Sembra la frase di uno che ha letto due libri in vita sua, ma non è così. E no Andrea, la tua copia non è la mia copia, ho ancora il ricordo di quando mio fratello me la regalò, ricordo le luci del natale e l’odore delle candele, ci sono le mie sottolineature sulle frasi delle canzoni che cercavo di tradurre dall’italiano all’inglese per poterle cantare io. No fucking way I have your fucking copy.

7. Non ricordavo di aver ascoltato così tanto i Nirvana, seriamente.

8. C’è una scena in cui i Nirvana suonano Swap Meet (uno dei peggiori pezzi di Bleach) in sala prove, credo esista una ripresa identica di me e Daniele da giovani in sala prove, stessa canzone del cazzo, stessi suoni ovattati.

9. E questo ricordo mi ha riportato nella cameretta in cui io e Daniele ci scambiamo uno sguardo “Allora io faccio la chitarra e tu fai la batteria”. E Daniele imparò a suonare la batteria picchiando sul letto.

10. Continuerò a difendere la produzione di Butch Vig in Nevermind.

11. Citazione dal film che mi tocca nel profondo: “Questa canzone ha due note, questa…” SDRENG “E questa…” SDRENG.

12. Per qualche intricata connessione mentale che non sto a spiegare, quella frase mi spinge a continuare a disegnare sogni.

13. C’è un fotogramma dei Nirvana a Tunnel su Rai3, e io l’ho riconosciuto.

14. Spoiler: lui muore.

15. Guardando questo film ti arriva con più forza il fatto che avesse solo 27 anni.

16. Ti arriva anche più forte il turbamento che ha causato l’odio della gente verso sua moglie.

17. Ho saputo della sua morte mentre ero in piedi davanti alla tv in sala da pranzo. Ho lo stesso ricordo per il 9/11: me in piedi davanti alla tv in sala da pranzo. Per il futuro eviterò di stare in piedi davanti alla tv in sala da pranzo.

18. Nel fast food di fronte al cinema la commessa mi riconosce: “Sei Matteo? Suoni ancora?”. La risposta, arrossendo, è no.

Like what you read? Give zage a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.