Tre mosse per innovare l’Umbria 4.0

CC — BY pixabay.com

In questi giorni la Regione Umbria ha approvato tre delibere che vanno ad incidere fortemente nei progetti innovativi da sviluppare nei prossimi tre anni, anche grazie alle risorse europee.

La prima delibera —DGR n.1532/2017 — riguarda il PDRT (Piano Digitale Regionale Triennale) 2018–2020 con la quale la Regione pianifica le azioni e gli interventi necessari per lo sviluppo della Società dell’informazione, trasversalmente alla programmazione regionale.
Nel PDRT si rinvengono due grandi categorie di progetti:
Interventi ICT (come ad esempio la realizzazione di un servizio on line, azioni per disegnare servizi pubblici digitali); 
Interventi che attengono la Società dell’informazione (come ad esempio la realizzazione dei DigiPass, finanziamenti per l‘innovazione delle imprese, ecc).

Nell’allegato B è riportata l’articolazione dei risultati attesi su ognuna delle missioni dell’Agenda digitale dell’Umbria. In estrema sintesi, dal 2014 ad oggi sono state investite le seguenti risorse:
●Missione Capitale umano e uso di internet: 3,5 milioni€
●Missione Imprese ed integrazione delle tecnologie digitali: 6,2 milioni€
●Missione Territorio smart e qualità della vita: 5,9 milioni€
●Missione Servizi pubblici digitali: 8,2 milioni€
●Missione Connettività (BUL): 56 milioni€

CC — BY pixabay.com

La seconda delibera — DGR n.1531/2017 — scaturisce dall'esigenza di integrare gli interventi sulle tecnologie (PO FESR OT2) con quelli sull’organizzazione (PO FSE OT11) da qui al 2020.

Le linee guida approvate pongono le tecnologie digitali come fattore strutturale di progettazione organizzativa regionale e/o degli altri enti territoriali (in una logica “digitale nativa” o digital first), invece del più tradizionale, e fortemente limitato, approccio della “digitalizzazione ex post” di modelli e regole e progetti definiti primariamente in senso analogico, ovvero senza assumere le potenzialità proprie dell‘ICT’. Tale approccio ha la finalità di una transizione verso organizzazioni pubbliche capaci di innovare, di gestire i dati ed usarli per migliorare le decisioni ed innovare il modo di lavorare.

Le risorse OT11 saranno a supporto delle seguenti priorità:

a) la definizione delle policy a tutti i livelli amministrativi per costruire organizzazioni basate sui dati e sostenibili nel tempo, a supporto dei processi di riforma e semplificazione della PA, e l’esercizio, da parte della Regione, del ruolo di soggetto aggregatore territoriale per il digitale;
b) la partecipazione del partenariato allo sviluppo ed alla attuazione dell’Agenda digitale dell’Umbria, espressa mediante il dialogo con il partenariato, il co-design, il coinvolgimento e l’engagement;
c) il processo tecnico-amministrativo di attuazione del PDRT;
d) il sostegno alla realizzazione dell’Agenda digitale dell’Umbria, in modo integrato con il PRA (Piano di Rafforzamento Amministrativo).

CC — BY pixabay.com

Terza delibera — DGR n.1533/2017 — va a delineare la strategia della Regione Umbria per una amministrazione aperta, partecipata e digitale, attraverso il “Percorso di dialogo dell’Agenda digitale dell’Umbria per il periodo 2018–2020

Tale iniziativa prevede un percorso di dialogo e confronto, con stakeholders interni ed esterni all’Amministrazione regionale, per perseguire la crescita socio economica dell’Umbria puntando sulle tre “chiavi per il futuro” fissate nelle Linee guida per questa legislatura:
● servizi disegnati intorno alle esigenze dei cittadini;
● cambiamento tecnologico e organizzativo;
● apertura alla collaborazione e al cambiamento.

La strategia del percorso di dialogo è stato elaborata in collaborazione con il Consorzio Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica, e le attività che prenderanno il via nel 2018 sono suddivise in tre tipologie:

  1. attività di partecipazione (compreso un forum permanente con gli stakeholders);
  2. attività di comunicazione (in sinergia con PO FESR e PO FSE);
  3. attività di formazione (laboratori in OT11).

Tutti gli atti e gli allegati sono disponibili nell’area tematica del sito istituzionale: http://www.regione.umbria.it/agenda-digitale/piano-digitale