Eliud Kipchoge nella leggenda

Ad Aprile salutavo Eliud dopo la LondonMarathon dei miracoli e mi diceva che dal giorno dopo avrebbe pensato solo a Rio…e’ stato di parola senza ombra di dubbio!!Entra a mio avviso nella storia dell atletica leggera moderna dopo una carriera fantastica in pista:uno dei pochi a battere Hicham ElGuerrouji.

Seppur breve la carriera di Eliud Kipchoge in maratona fa gia paura per la costanza di risultati a livello stellare/

Rivediamo le fasi finali della gara a questo link:

La prima chiave di lettura della gara sta nella scomposizione delle due mezze:

A dir poco impressionante il cambio di ritmo imposto da Kipchoge dove nessuno riuscito a tenerlo.Il percorso si e’ confermato velocissimo come era gia’ emerso nella gara femminile,e il dato di 15donne sotto le 2h30,a mio avviso eliminava in partenza piu di un possibile scenario tattico.

La svolta della gara probabilmente da ricondurre al settore tra il 30k e il 35k quando il keniano ha piazzato 14.25 di parziale…qualcosa di semplicemente mostruoso…proseguito con un 14.44 tra il 35k e il 40k…dove sia l’etiope Lilesa che Galen Rupp,hanno dovuto alzare bandiera bianca di fronte a cosi tanto strapotere…

Per capire quanto abbia finito in spinta ,mi piace segnalare lo splits degli ultimi 2195m ..corsi da Eliud in 6.20min…Kimetto per il WR in 6.28… Kipchoge batte se stesso di oggi solo lo scorso Aprile a Londra quando li corse in 6.16…

Per gentile concessione del famoso statista di atletica internazionale Ken Nakamura,trovo questa statistica solo sulle Olimpiadi e emerge un dato importante per noi italiani:

courtesy of Ken Nakamura

Oggi Eliud Kipchoge ha corso il tempo piu veloce dal 1964 nella storia di maratona olimpica tra il 30k e il 35k…ma dal 35k al traguardo,il nostro Stefano Baldini ha corso piu forte di lui oggi e rimane quindi quello dell’azzurro il finale piu veloce della storia di maratona olimpica moderna.

Avevo paura di Rupp e infatti merita un voto altissimo secondo me alla seconda maratona della sua vita..

Interpretato la gara al meglio e stato sempre molto rilassato.Ha voluto seguire Kipchoge in quello split infernale forse tagliandosi da solo le gambe ma merita cmq un voto molto alto a mio avviso e sara’ sicuramente protagonista prossimo anno a Londra2017.

Mi ha deluso Stanley Biwott,dopo averlo visto a Olomouc sulla mezza ,me lo sarei giocato come favorito sicuro,ma invece mai stato in gara e ritirato prematuramente.Sono sicuro che riapparira’ in autunno in formissima in qualche grande maratona mondiale.

La piu bella sorpresa di giornata rimane il 24enne scozzese Callum Hawkins al nono posto.Dimostra di aver capito molto velocemente cosa significhi maratona:l ho visto correre spesso nei cross in giro per l Europa e mi aveva sempre entusiasmato…si e buttato la scorsa primavera in maratona e sta gia raccogliendo tanti frutti.

Infine gli azzurri..Gara decisamente opaca per i nostri portacolori con Daniele Meucci costretto al ritiro ancora presto

per una una infiammazione sotto al malleolo che gli correva un pezzo lungo il tendine d Achille..

come mi raccontava poco il suo manager MarcelloMagnani che ringrazio.

Ruggero Pertile ha raccontato ai microfoni RAI di una preparazione difficile per alcuni problemi e gia ad Amsterdam era trapelata l’indiscrezione in merito.Non conosco al momento le ragioni della controprestazione di StefanoLaRosa.

A chi mi chiedeva sui socials il mio pronostico prima della gara era Kipchoge,Biwott,Rupp.Avevo escluso gli azzurri a medaglia dopo la gara donne perche non pronti a tenere effettivamente cambi dirompenti su un percorso dimostratosi veramente veloce e spettacolare.

La maratona olimpica si conferma sempre una gara assai affascinante..e Rio,con un percorso favoloso,continua la tradizione