La lezione del Trofeo Nasego

Adoro ogni tanto tornare alla mia passione originaria,la corsa in montagna.E quale miglior occasione dell onore di poter aiutare gli storici amici dello staff di Corsainmontagna.it

Due giorni dove ho visto gare incredibili che molto affascinano di recente come il Chilometro Verticale,mille metri di dislivello , e la gara di lunghe distanze su circa 22km, in giro per le bellissime montagne della ValleSabbia e scollinamento al rifugio Nasego.

All’incredibile comitato organizzatore locale va fatto un applauso infinito per la attenzione con cui hanno curato ogni particolare.Il primo particolare,giungendo in paese sabato mattina,sono stati i cartelli informativi assai dettagliati alla prima rotonda che spiegavano al runner dove avrebbe potuto trovare ogni servizio prima della gara.Eri un turista di passaggio e hai trovato la strada chiusa al traffico?!?Niente paura,gli amici di Casto avevano pensato anche a te con le indicazioni del percorso alternativo da fare e posizionando anche volontari a rassicurarti sul fatto che fosse la strada giusta.

Tutti dettagli che servono a fare crescere i nostri eventi podistici,dettagli che avevo visto solo nell immediato passato in Repubblica Ceca per il circuito RunCzech.Va tanto di moda il concetto di event presentation:beh..altro plauso all organizzazione.Nella foto grande qui sopra potete vedere come era allestito splendidamente il viale d arrivo e come tutta la comunità locale partecipasse alla festa.Grazie al secondo speaker di giornata Alessandro Scolari abbiamo visto presentazione migliori atleti in gara, premiazioni top10 con grande passione come lui solo sa trasmettere quando si parla di mountainrunning azzurro.E poi la festa…dove tutta la comunità di Casto sembrava contribuire col volontariato nella realizzazzione di un grande momento di aggregazione di atleti e locali.

Sarebbe bello che tutte le gare,indipendente dalla specialità,prendessero esempio da questa gara per valorizzare e anche spettacolarizzare al meglio gli eventi organizzati.

Il Chilometro Verticale ha un successo crescente con alcuni atleti che sembra specializzarsi sulla cosa e la vittoria di Facchini su Moletto e Perkmann lo dimostra:vittoria ottenuta dal trentino andando a riprendere e saltando ai 300 i due quotati avversari.Domenica,sulle lunghe distanze,Cesare Maestri si dimostra il piu’ forte in questo momento e cresce ulteriormente dallo scorso anno.Tutti gli aspiranti alla squadra azzurra dimostrano cmq uno step sopra tutti.Al femminile dominio di Belotti nel chilometro,e di Gaggi nella lunga..hanno fatto le regine meritatamente.Appare un nuovo nome alle spalle,quello della torinese Camilla Magliano a cui ho strappato una intervista per conto di CorsainMontagna.

Personalmente mi piace tornare nel mondo del mountainrunning perche ritrovo vecchi amici di sempre con cui basta uno sguardo per capire il da farsi..

Hanno voluto fare loro la foto con me…ma i due esterni sono due dei nomi nuovi che dominano il mountainrunning azzurro Cesare Maestri e Francesco Puppi. Quello in parte a me, nient altro che Marco DeGasperi…negli anni 2000 lui e Jonathan Wyatt erano gli imperatori della corsa in montagna mondiale:non ce n’era per nessuno con loro in gara sulla up and down o sulla sola salita!! Rivederli sempre un piacere e quanti ricordi…ho girato mezza Europa a tifarli..))))

Non so quando,ma torno sicuramente nel mountainrunning..senza programmare nulla!!…Divertito!!

PS: per chi fosse interessato a rileggere cronache,rivedere interviste,e vedere le foto di fotografi professionisti del TROFEO NASEGO vi rimando alla pagina fb di CORSAINMONTAGNA