Altrolibro 2017: altra edizione, stessa passione

La fiera della piccola e media editoria anche quest’anno vi aspetta a Campobasso.

A Campobasso, venerdì 10 marzo 2017, presso il Brickout verrà presentato “Ilva Football Club”, il nuovo romanzo scritto a quattro mani dai giornalisti tarantini Fulvio Colucci e Lorenzo D’Alò per la casa editrice salentina Kurumuny.

Un evento organizzato dall’Associazione Culturale Il Frastuono e da Brickout in collaborazione con altrolibro.
L’ingresso è riservato ai soci Arci e se volete, andando sulla pagina Facebook di Brickout, potete registrarvi in anticipo tramite il tasto ISCRIVITI per poi ritirare la tessera al circolo!

A presentare il libro, insieme a Fulvio Colucci, ci sarà Chiara Santone e ci saremo tutti noi di AltroLibro per farvi sapere qualcosa in più su cosa bolle in pentole per questa edizione 2017 della fiera e raccogliere così anche il vostro sostegno.

A breve tutte le info e la data ufficiale della rassegna della piccola e media editoria italiana che anche quest’anno si terrà a Campobasso, ma intanto tenetevi pronti, perché abbiamo bisogno di ognuno di voi, non con un semplice like ma con la vostra presenza già a partire dal 10 marzo, al Brickout.

Foto di Kurumuny Edizioni
Un giornalista sportivo nato al quartiere Tamburi di Taranto, dopo il sequestro dell’Ilva da parte della magistratura per disastro ambientale, decide di riannodare i fili del passato. Sente di doverlo al padre, morto di cancro, a quella generazione di calciatori di cui lui stesso fece parte negli anni ’70 e ’80 scomparsa a causa dell’inquinamento, alla storia della sua città, stretta dalla crudele morsa dell’acciaio che le impedisce di costruire memoria e futuro. Col pretesto di cercare, con vana consapevolezza, la “maglia grigia”, da lui indossata durante un torneo e che tanto somigliava al colore del siderurgico, si trasforma, così, in un viaggiatore nel tempo, raccogliendo anzitutto la sua testimonianza e poi quella di un commerciante diventato memoria storica del football di quartiere e di un ex allenatore delle formazioni amatoriali. Si dipana così la vicenda di un Ulisse catapultato negli anni drammatici in cui il “colosso d’acciaio” era il totem fasullo di un tragico benessere. Fino alla trasfigurazione della vicenda nel grande racconto collettivo di undici, anonimi, campioni: l’Ilva Football Club, squadra ricostruita, immaginando di mettere insieme le “figurine” di alcuni tra i tanti che a Taranto lasciarono la giovinezza sul terreno del campo sportivo Tamburi vecchio. A un passo dalla fabbrica più inquinata d’Europa, a due dal cimitero dove le polveri minerali colorano di rosso le lapidi. Ilva Football Club è un racconto nel quale tre storie parlano del passato, del presente, del futuro, intrecciandosi. Il racconto di chi non si arrende a un destino e crede possibile ancora giocare l’ultima partita, la partita della vita, a prescindere dal risultato.
Like what you read? Give AltroLibro a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.