Mobilità, approvate modifiche ad alcuni progetti in corso

Eliminati nuovi semafori pedonali a chiamata e strisce pedonali con isole salvagente previste in strade ad alta incidentalità. Aboliti dossi rallentatori da mettere agli accessi a zone residenziali con limite di velocità a 30 km/h. Tolte, ridotte o non più protette fisicamente piste ciclabili pianificate in punti pericolosi.

Tutti interventi già finanziati e appaltati, per tutelare la sicurezza stradale e la vita delle persone, e ora annullati in corso d’opera, per garantire la fluidità del traffico e i parcheggi.

Misure che nello scorso mandato erano state concordate con i Quartieri anche su istanza di comitati di cittadini, con le associazioni della Consulta della bicicletta, e una anche votata da tutto il Consiglio comunale.

Non intendo commentare, mi interessa solo che siano disponibili tutte le informazioni sulle decisioni assunte e sulla ratio originaria degli interventi, affinché ciascuno possa valutare e farsi la propria idea.

Per questo, incollo sotto il comunicato stampa ufficiale dell’amministrazione comunale, con i dettagli delle decisioni prese. Ugualmente, per completezza, riporto l’odg del Consiglio n. 345 del 2014 e le motivazioni tecniche di alcuni interventi a titolo esemplificativo, previsti e adesso revocati.

Relazione tecnica del progetto per il nuovo attraversamento pedonale in via Murri all’altezza di via Varthema protetto da isole salvagente, per tutelare i ragazzi che frequentano il Liceo Artistico e devono attraversare la strada per prendere l’autobus
Relazione tecnica del progetto per le nuove strisce pedonali con semaforo a chiamata in via Saffi, sincronizzato con gli impianti prima e dopo, per tutelare i pedoni che devono attraversare la strada in un punto lontano dagli altri attraversamenti esistenti e pieno di abitazioni e negozi
Ordine del giorno bypartisan del Consiglio comunale, approvato all’unanimità nella seduta del 3 novembre 2014, per chiedere alla Giunta di inserire nel piano dei lavori pubblici l’istituzione di un nuovo attraversamento pedonale semaforizzato in via Saffi all’altezza del civico 63, come richiesto dai cittadini ascoltati in commissione
Comunicato stampa del 24 gennaio 2017
“Mobilità, approvate modifiche ad alcuni progetti in corso su piste ciclabili e circolazione stradale”
Nella seduta di oggi, su proposta dell’assessore Priolo, la Giunta guidata da Virginio Merola ha approvato un orientamento che prevede modifiche ad alcuni progetti di mobilità in corso.
Il piano nasce dopo un’analisi degli uffici comunali e le modifiche hanno l’obiettivo di diminuire il possibile impatto negativo sulla circolazione stradale senza snaturare le finalità degli interventi, a tutela e garanzia della sicurezza degli utenti deboli della strada.
In particolare, sarà mantenuto il doppio senso di circolazione in via Busacchi (laterale di via Irma Bandiera, in zona Stadio) e rimarrà invariato il senso di marcia in via Ruggi, laterale di via Dagnini.
Non sarà realizzato l’attraversamento pedonale in via Murri in corrispondenza di via Varthema, sul lato sud dell’intersezione con via Silvagni (protetto con isola salvagente).
La giunta ha poi deciso di evitare un ulteriore impianto semaforico tra le vie Saffi e del Chiù.
Inoltre non sarà realizzata la Porta di ingresso zona 30 Berti-Malvasia.
Quanto alle piste ciclabili, quella prevista su via Jacopo della Lana sarà monodirezionale e questo consentirà di preservare gli stalli di sosta su strada.
La pista ciclabile su via Malvasia, nel tratto da via Saffi a via del Chiù, sarà realizzata senza ridurre la carreggiata.
Infine per ragioni di sicurezza dei ciclisti, visto il contesto ridotto della carreggiata unito al traffico intenso, la Giunta ha deciso di cancellare la pista ciclabile su via Zanardi nel tratto da via Bovi Campeggi a via Carracci, in corrispondenza del sottopasso ferroviario.
La pista ciclabile sarà invece realizzata nel tratto da via Manzi a via Carracci attraverso due piste monodirezionali, contigue al senso di marcia e ricavate sulla carreggiata già esistente.