In arrivo più cura e pulizia nelle piazze riqualificate e per i nuovi arredi

La settimana scorsa alcuni quotidiani locali hanno denunciato situazioni di sporcizia e degrado in alcuni spazi da poco riqualificati e arredati.

Si stanno concludendo in queste settimane importanti cantieri in piazza San Francesco e in piazza Aldrovandi, mentre sono finiti da tempo altri lavori di restyling in centro, ad esempio in piazza della Mercanzia, dietro le due Due Torri, piazza San Martino, piazzetta San Donato, ma anche nelle nuove centralità urbane di Croce del Biacco (a San Vitale), via Garavaglia (a San Donato) e via Gorki (a Navile).

Personalmente ritengo che bisogna partire da un fatto incontestabile: grazie ai progetti pubblici e privati di rigenerazione urbana realizzati nello scorso mandato, luoghi che prima erano per lo più abbandonati o ridotti a parcheggio di macchine, ora sono tornati spazi belli e vitali, pieni di persone che si sono riappropriate della città, sia in centro storico che negli altri quartieri.

Però va anche detto che dopo l’investimento iniziale ora è indispensabile continuare a prendersi cura nella gestione e negli usi di questi spazi, tenendo conto della frequentazione più intensa, che è un fatto molto positivo perché significa che la comunità si è ripresa la città, ma richiede anche più pulizia di piazze e arredi da parte di Hera e più controlli dei vigili contro i comportamenti incivili.

Per questo motivo, ho proposto al Consiglio comunale, che l’ha approvato con procedura d’urgenza nella seduta di lunedì 27 marzo, un ordine del giorno che impegna la Giunta a potenziare la pulizia, la manutenzione e il controllo di questi luoghi.

Testo dell’ordine del giorno approvato

Il Consiglio comunale

Premesso che negli ultimi anni in diversi luoghi della città sia in centro che negli altri quartieri, grazie a programmi come “Di nuovo in Centro” (promosso dal Comune di Bologna) e “Bella fuori” (progetto pluriennale finanziato dalla Fondazione Del Monte e gestito in collaborazione con la amministraziome comunale con la partecipazione dei cittadini del territorio di riferimento) sono stati progettati e realizzati importanti interventi di rigenerazione urbana anche con l’installazione di arredi (come ad esempio panchine, sedute, fioriere, cestini porta rifiuti, isole ecologiche, pannelli informativi, pali dell’illuminazione, etc.), che hanno creato nuovi spazi pubblici più fruibili e di qualità per cittadini e turisti;

Considerato che la maggiore e più intensa frequentazione di questi spazi da parte delle persone, resa possibile proprio dagli interventi di riqualificazione e arredo, è positiva, ma comporta anche criticità da affrontare sotto il profilo della pulizia e manutenzione, e di prevenzione di comportamenti incivili e lesivi della salute delle persone quali gli schiamazzi nelle ore notturne;

Ritenuto che sia importante preservare la bellezza, il decoro, la piena fruibilità e la vivibilità urbana e contrastare i fenomeni di degrado, particolarmente negli spazi che sono stati riqualificati con importanti investimenti pubblici;

INVITA la Giunta

a preservare al massimo la bellezza, il decoro, la piena fruibilità e la vivibilità urbana nella città, anche concordando con Hera, con l’affidatario dei servizi manutentivi, con la Polizia municipale e con i gruppi di cittadini attivi, un possibile potenziamento mirato dei servizi di pulizia, di manutenzione e di controllo degli spazi stradali e verdi e degli arredi urbani specificamente nei luoghi oggetto di progetti di riqualificazione sia in centro storico che negli altri quartieri cittadini.

f.to Colombo