B Calm and B Corp
Published in

B Calm and B Corp

Co-creando l’Handbook di mondora

Un’esperienza sociocratica in azienda

L’Handbook è il manuale di mondora, che raccoglie le pratiche consolidate e funge da “guida” per la vita in azienda. Non solo, esso descrive anche la mission aziendale e i principi fondanti dell’organizzazione.

Quest’anno abbiamo sentito che era il momento di dare una rinfrescata al nostro manuale e abbiamo pensato che questa fosse l’occasione per coinvolgere tutta l’azienda in una pratica co-creativa, mettendo in pratica i principi di uguaglianza, fratellanza e libertà.

Per farlo, abbiamo deciso di avvalerci di alcuni metodi sociocratici, sistemi di gestione che hanno lo scopo di arrivare a soluzioni che creino un ambiente armonioso, coinvolgendo tutti i partecipanti nelle decisioni.

Abbiamo coinvolto un esperto che ci guidasse nella creazione di uno spazio di collaborazione per lavorare a questa riscrittura, sperimentando 2 sistemi collaborativi: l’Open Space Technology e il World Cafè.

L’Open Space Technology (OST) è una metodologia che permette, di organizzare gruppi di lavoro e riunioni. Si basa su quattro principi: Chiunque venga è la persona giusta, Qualsiasi cosa accada è l’unica che poteva accadere, Quando comincia è il momento giusto, Quando è finita è finita ed una “legge”, la legge dei due piedi: se ti accorgi che non stai né imparando né contribuendo alle attività, alzati e spostati in un luogo in cui puoi essere più produttivo.

All’inizio del meeting, che di solito dura tre ore, vengono proposti i temi da trattare e create delle stanze virtuali in cui suddividere i gruppi, a seconda dell’interesse di ciascuno. Al termine della sessione di lavoro il team che ha preso in carico un certo argomento esporta le decisioni prese al gruppo più ampio.

La seconda pratica che abbiamo sperimentato è il World Cafè, una metodologia che favorisce una discussione libera ed appassionata tra i partecipanti, tramite domande di riferimento che vengono esplorate all’interno di gruppi autogestiti.

Mentre il World Cafè si è dimostrato più idoneo per raccogliere idee ed identificare i punti di comunanza tra le persone, l’Open Space si sta rivelando il sistema migliore per realizzare in modo pratico la riscrittura delle varie sessioni dell’Handbook, le quali verranno poi validate attraverso un processo decisionale di assenso e con il supporto di un esperto legale.

Al di là del proposito di rendere il nostro Handbook più attuale, questa esperienza (tutt’ora in corso) ha permesso di creare un contesto in cui i colleghi potessero sentirsi parte attiva della comunità mondoriana, mettendo in pratica il principio della persona al centro, che da sempre ispira la nostra organizzazione.

La discussione e il dibattito sono state parte integrante di queste pratiche, che hanno consentito di affrontare temi non facili, come per esempio l’orario di lavoro, gli uffici, il processo di recruiting, la fine del rapporto di lavoro, i salari e il lavoro in remoto.

Dato il valore che attribuiamo alla partecipazione dei lavoratori di partecipare nelle decisioni aziendali, abbiamo ritenuto importante creare uno spazio nel quale tutti avessero la possibilità di ascoltare e lanciare proposte, pur restando nei perimetri imposti dalla legge e dalle possibilità pratiche ed economiche.

E’ stata anche l’occasione, per alcuni colleghi che si sono offerti volontari, di farsi portavoce dei valori della nostra organizzazione, intruducendo le sessioni co-creative con dei brevi speech, nei quali hanno raccontato, dal loro punto di vista, cosa significa essere e costruire mondora. In questo momento in cui viene meno la possibilità di incontrarsi, un’occasione per ritrovare un senso di comunità a distanza, che ci ha mostrato come l’essere insieme non sia solo condividere lo stesso spazio ma sopratutto avere uno scopo comune.

Attualmente abbiamo finito la parte di brainstorming e ci stiamo organizzando per la stesura della prima bozza dell’handbook, vi terremo aggiornati sui nostri progressi.

--

--

--

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store
Irene Brambilla

Irene Brambilla

More from Medium

Xero and Qantas Business Rewards Partner to Bring More Benefits to Australian Small Businesses

“You do not have dominion…”

A Year and a Half into the Pandemic, Gen Z Reinvigorates the Workforce