B Calm and B Corp
Published in

B Calm and B Corp

Coltivare la terra e se stessi in una B Corporation

Storie da mondora — Irene

Oggi è venerdì 5 luglio e sono quindi due settimane da quando ho iniziato a lavorare in mondora.

Vi scrivo dalla nostra “sala meditazione”, una stanza in legno sul terrazzo da cui vedo le montagne e degli indumenti stesi al sole, che ondeggiano in questo caldo e soleggiato pomeriggio valtellinese.

Di fronte a me c’è Michelle, una ragazza italo-olandese-americana iscritta alla Leidgen University, che sarà qui per due settimane per realizzare una ricerca su mondora. Siamo entrambe spettinate e sporche di terra in quanto questa mattina abbiamo “saltato” il lavoro in ufficio per andare ad aiutare i contadini a coltivare gli orti.

Una delle politiche di mondora è, infatti, la possibilità di utilizzare parte delle ore lavorative per dedicarsi al lavoro nei campi. Questo rafforza il rapporto tra colleghi e permette di prendersi dei momenti di pausa dallo stress da ufficio, senza rinunciare a dare un proprio contributo.

Strappare le erbacce e raccogliere le prugne mature mi ha ricordato la mia infanzia. Anche io, infatti, come tanti qui, sono figlia di una cultura contadina e sono cresciuta tra orti, arnie e alberi su cui arrampicarmi.

Era da tanto tempo che non mi dedicavo a questa attività, nonostante abiti in campagna, ed è stato davvero rilassante.

Ho fatto una chiamata di lavoro dal campo

Così rilassante che non ho nemmeno voluto partecipare alla seduta di meditazione che come ogni venerdì si svolge dalle 8.30 alle 9.00 via internet.

Ho lasciato Michelle e Alessia, la nostra filosofa aziendale, dedicarsi a questa pratica mentre io continuavo a ripulire l’orto. Ahimè, proprio in quel momento, un ragno gigante ha attraversato la mia strada e sono esplosa in un urlo, facendo perdere loro la concentrazione. Ma questi sono i rischi di meditare all’aperto.

Anche l’ufficio ha un’atmosfera calda e rilassante. Lo spazio di lavoro è condiviso con un negozio di arredamento e l’edificio è bello, luminoso e con diverse superfici in legno.

In cucina a volte troviamo alcuni frutti che vengono direttamente dai campi. Oggi per esempio ci saranno alcuni mirtilli che abbiamo raccolto.

Spesso facciamo il caffè e ci troviamo a chiaccherare e organizzare le idee. Mi aspettavo un’atmosfera informale ma alcune cose mi hanno sinceramente lasciata basita. Ad esempio alcuni colleghi girano per l’ufficio a piedi nudi!

Ma sicuramente il fatto che più mi ha destabilizzata è stato che il nostro CEO, Francesco, sapendo che sono appassionata di astrologia, mi ha proposto di leggere il tema astrale a tutti i miei colleghi, lanciando una comunicazione sul nostro canale slack.

Ero decisamente imbarazzata, ma poi, ho notato che molte persone erano interessate a questa cosa, vuoi per curiosità o anche desiderio di fare quattro chiacchere.

E’ sempre stata una mia passione e mi è capitato di discuterne vagamente con i colleghi nei miei lavori precedenti, ma certo non era il mio biglietto da visita. Essendo una scienza “esoterica” non è uno di quegli argomenti che butti sul tavolo la prima volta che conosci qualcuno.

Quindi l’essere presentata come appassionata di astrologia mi ha allo stesso tempo gasato e destabilizzato. Avevo paura che potessero bollarmi come persona poco seria e non professionale, essendo, tra l’altro, laureata in psicologia.

Per fortuna, la mentalità di mondora è aperta a confrontarsi con realtà e correnti di pensieri non istituzionali. Ad esempio, Francesco ha appena pubblicato sul suo blog un articolo dove parla dell’organizzazione di una tribù equadoriana e come sarebbe interessante adottare alcune pratiche come il minga (non è una parolaccia) in un’azienda moderna.

Insomma da un lato il Cloud, la tecnologia sfruttata al massimo per permetterci di essere totalmente indipendenti dal luogo e dal tempo, dall’altra una riflessione sul ritorno ai valori originari. Mi rendo sempre più conto di come questi temi siano sempre più presenti e definiranno il futuro della nostra società.

Io ne sono l’esempio vivente: dopo anni passati in giro per l’Europa, imparando le lingue straniere perchè volevo essere libera di muovermi e lavorare ovunque, ho sentito il richiamo della “madre terra” Valtellina e sono tornata a casa.

Beh, che dire, sono argomenti forse un po troppo grandi per me… per fortuna abbiamo una filosofa in azienda!

--

--

--

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store
mondora

mondora

High value software created by highly valued people using agile and scrum, mondora is a bcorporation that wants to bthechange and help the local community

More from Medium

Spotlight: BMW i Ventures featured team member Thomas Molleker

MetaGaming Guild Partner Spotlight Series: SL2 Labs

A Chrome Extension that understands emoji art for screen readers

The same tweet but with a readable caption: “A person performing a pose while saying Hey Google Talk to my test app #aogdevs”. The tweet is appended with “alt text autogenerated”.

How to Limit Time on Social Media