B Calm and B Corp
Published in

B Calm and B Corp

foto di Alaios Borinelli

L’Arte che Rigenera

di Anna Vullo

Del hanno scritto in tanti.

Il neuroscienziato Oliver Sacks, diventato celebre con L’Uomo che scambiò sua moglie per un cappello, ne ha rivelato la straordinaria capacità nelle persone affette da patologie neurologiche in uno dei suoi libri più riusciti, Musicofilia. E Claudio Abbado, il celeberrimo direttore d’orchestra scomparso 5 anni fa, amava ripetere che “la musica è necessaria alla vita: può cambiarla, migliorarla e in alcuni casi addirittura salvarla”.

La musica è per l’anima quello che la ginnastica è per il corpo — Platone.

, un’associazione che promuove festival e workshop musicali e diffonde contaminazioni artistiche nei luoghi più suggestivi della Valtellina, — dell’arte e della cultura più in generale —. Perché la musica, sostengono gli esperti, è in grado non solo di suscitare emozioni profonde, ma anche di riparare le ferite della mente e dell’anima.

Per raccontare in che modo questo avvenga, abbiamo riunito sullo stesso palcoscenico, oltre agli ideatori di AmbriaJazz , un docente di Economia della Cultura e un duo di musicisti affermati e specializzati, tra l’altro, in laboratori musicali.

L’evento si è svolto nella nostra sede di Berbenno di Valtellina e ha visto la partecipazione di rappresentanti di imprese, giornalisti e amministratori locali.

L’arte non riproduce ciò che è visibile, ma rende visibile ciò che non sempre lo è — Paul Klee

“Abbiamo chiamato questo progetto ”, ha spiegato “L’obiettivo, con la collaborazione di AmbriaJazz, del professor Sacco e di musicisti qualificati, è , una terapia per quei dipendenti che vivono o manifestano situazioni di disagio di vario genere”.

“Gli studi scientifici hanno dimostrato che la musica, in particolare la musica classica, è particolarmente efficace nel promuovere benessere psicologico soggettivo”, ha aggiunto . “Per esempio nei trattamenti post-operatori gioca un ruolo simile a quello degli analgesici e degli oppiacei. Ed è dimostrato che contribuisce all’allungamento delle aspettative di vita”.

Là dove si arresta il potere delle parole, comincia la musica. — Richard Wagner

anche in caso di dipendenze che sfiorano la patologia, un fenomeno in aumento secondo quanto segnalato da alcune realtà della provincia di Sondrio. “Le dipendenze, per esempio la ludopatia, derivano da un approccio cognitivo abituato a uno stimolo/risposta molto ravvicinato”, ha spiegato Sacco. “Questo modello offre gratificazioni immediate: ecco perché le persone che lo replicano più spesso saranno più vulnerabili alle dipendenze”.

“E’ stato dimostrato che abituarsi all’ascolto della musica classica o jazz e delle loro strutture elaborate e complesse riduce la fatica cognitiva ed educa a forme di differimento della soddisfazione”, ha insistito il professore dello Iulm. “Questo spiega perché , ovviamente accompagnata con altre terapie appropriate”.

La musica, l’arte e la cultura, hanno sottolineato Norma Ghizzo e Giovanni Busetto, sono anche importanti Una maniera bella e “nutritiva” per stare lontani da pericolose dipendenze e ridurre i rischi di patologie come la depressione.

Il progetto, hanno concluso gli ideatori di AmbriaJazz,prevede di selezionare di volta in volta musicisti specializzati e di programmare laboratori taylor made in base alle problematiche delle aziende.

L’evento di mondora è culminato in un concerto del e del , entrambi residenti a Bologna, considerati tra i migliori percussionisti del panorama jazz italiano.

--

--

--

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store
mondora

mondora

High value software created by highly valued people using agile and scrum, mondora is a bcorporation that wants to bthechange and help the local community

More from Medium