B Calm and B Corp
Published in

B Calm and B Corp

Quanta vita c’è nella musica e che musica è la vita!

Sulle note del pianista e biologo Emiliano Toso

Scritto da Irene Brambilla e Lucia Longoni

Il 2020 è stato un anno complesso, che ci ha visto raccogliere molte sfide e adattarci, nostro malgrado, alla dimensione dell’attesa. Per trasformare in qualcosa di positivo le difficoltà dell’anno appena trascorso e celebrare la vita nella sua pienezza e nelle sue sfaccettature, abbiamo organizzato i primi di gennaio l’evento2020 un anno di :m… magnanimità, magia, movimento, modificazioni, meditazione, meraviglia, miracoli, :mondora, MUSICA!” Già il titolo scherzoso ha avuto l’intento di offrire un punto di vista diverso e di trasformare il momento in qualcosa di bello e gioioso.

Questa attività è stata pensata in continuità con il progetto l’Arte che Rigenera, come segno di vicinanza e di cura nei confronti dei nostri amici, familiari, collaboratori, ma soprattutto del nostro prossimo futuro: i bambini. A loro in primis abbiamo dedicato l’incontro con il pianista e biologo Emiliano Toso.

Musica per le cellule

Emiliano ha una storia particolare: consegue un dottorato in biologia divenendo poi il responsabile di un gruppo di biologi molecolari. Da sempre appassionato di musica, elabora la Translational Music, una melodia in grado di tradurre in note le emozioni vissute a livello cellulare, suonata rigorosamente con strumenti acustici accordati a 432Hz. Questa frequenza, infatti, sembra creare vibrazioni che interagiscono con i messaggeri biochimici che orchestrano le nostre attività consce ed inconsce. La Translational Music è utilizzata a scopo terapeutico in ambienti di cura, ospedali, scuole e centri di benessere e creatività.

La mia musica mi permette di dipingere me stesso — David Bowie

“Quando viviamo una particolare emozione, ognuna delle nostre cellule filtra e percepisce vibrazioni che si riflettono sullo stato di tutto il corpo” racconta Emiliano Toso sul suo sito “La traslazione in musica di queste vibrazioni universali può aiutare a comprendere e migliorare lo stato di benessere e di cooperazione a diversi livelli di complessità e di organizzazione: cellula, uomo, umanità… e riavvicinarci alla nostra Anima”.

Emiliano, attraverso questo laboratorio di musica e creatività, ha portato il suo dualismo di artista-scienziato ai presenti e ha permesso di vivere l’esperienza unica di guardare la realtà in tante sfaccettature diverse, microscopiche, vibrazionali, bellissime! Ha mostrato come la vita sia compenetrata di musica e come la musica sia piena di vita.

Un dono per i più piccoli

Abbiamo dedicato questo momento speciale soprattutto ai bambini ed Emiliano si è prestato al compito alternando momenti di concerto con aneddoti su natura, biologia e musica ed invitando i più piccoli a diventare protagonisti dell’evento con i loro spunti, le loro domande, la condivisione delle loro emozioni e dei loro artefatti.

I piccoli (ma non solo) hanno potuto sviluppare la loro sensibilità utilizzando la musica per ascoltare il proprio mondo interiore. Per esempio inventando i temi di un brano, che Emiliano ha tradotto in musica. Oppure sperimentando le immagini che una melodia può far scaturire dalla fantasia: una danza, fiocchi di neve, un cielo puntellato di stelle ed altro ancora.

Grazie alla grande capacità di Emiliano di emozionare ed intrattenere, l’evento ha coinvolto il pubblico per due ore, decisamente ‘volate’ sulle note del suo pianoforte.

I benefici della musica

Anche in questa occasione, abbiamo potuto constatare il potere dell’arte nel creare connessione, vibrare sulle stesse frequenze e promuovere la creatività.

Come dimostrato ormai da numerosissimi studi, infatti, sono enormi le proprietà terapeutiche della musica, e più in generale, dell’arte, che sta diventando un importante strumento a supporto del lavoro di medici ed operatori sociali.

Dove le parole non arrivano… la musica parla — Ludwig van Beethoven

Anche in ambito lavorativo, l’arte si sta affermando come uno strumento utile. Per esempio, per quanto riguarda il ramo IT, è stato dimostrato come l’ascoltare musica migliori le performance di coloro degli sviluppatori software. In generale, l’effetto della musica si è rivelato efficace per creare ambienti di lavoro più rilassati e produttivi, aiutando le persone a stare bene e lavorare meglio.

Non solo, la musica può migliorare i rapporti all’interno di un team di lavoro, creando contesti più distesi. Attraverso esercizi come di interpretazione proposto da Emiliano, infatti, è possibile prendere in considerazione i punti di vista degli altri, valorizzando così la pluralità di approcci con cui abbiamo a che fare nel quotidiano.

Rigenerati dalla musica, anche in remoto

Se l’anno scorso avevamo ospitato una Jazz band nel nostro ufficio, quest’anno abbiamo fruito dell’esperienza attraverso uno schermo, rinunciando al contatto vis à vis con l’artista.

Tuttavia, questo evento ci ha dimostrato come, anche in remoto, sia possibile beneficiare degli effetti positivi dell’arte. Sebbene il suono di un pianoforte suonato dal vivo sia impagabile, infatti, l’attività online ci ha consentito di vivere l’esperienza nella tranquillità della nostra casa, in totale relax: chi in pigiama sdraiato nel letto, chi accovacciato sul divano, chi davanti ad uno spuntino o a matite, fogli e pastelli, chi accompagnato dal suo strumento musicale preferito; il tutto vicino ai nostri cari, ma in connessione anche coi più lontani: un affettuoso abbraccio, seppur virtuale.

Anche nel 2021 continueremo ad investire nel progetto L’Arte che Rigenera, con l’intento di portare in mondora -e non solo- artisti di diverse discipline, in versione online.

Chiudiamo questo breve racconto augurando anche a voi un anno di magnanimità, magia, movimento, modificazioni, meditazione, meraviglia, miracoli, :mondora e, naturalmente, musica!

Fonti

The effect of music listening on work performance, Teresa Lesiuk, Psychology of Music, 2005.

https://www.apa.org/monitor/2013/11/music

https://www.emilianotoso.com/

--

--

--

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store
Irene Brambilla

Irene Brambilla

More from Medium

DAD native token(DAD)’s Value and Distribution

#Edhi Fund Raising

John Dutton meet J.R. Ewing