B Calm and B Corp
Published in

B Calm and B Corp

Time to B: insieme per il cambiamento

di Anna Vullo e Irene Brambilla

Il 16 Luglio si è tenuto il TIME TO B — Summit delle B Corp Italiane 2020, organizzato da Nativa e completamente online.

Durante la plenaria è stata presentata Unlock the Change, una campagna di comunicazione che le B Corp Italiane hanno lanciato al Paese e il cui concetto chiave è Non dobbiamo sprecare questa crisi.

Appunti visivi presi durante la plenaria

I cambiamenti dovuti al Coronavirus sono stati al centro di molti interventi, tra cui quello del Co-fondatore di Nativa, che provocatoriamente ha paragonato il movimento B Corporation a un vaccino per il sistema economico attuale.

Se da un lato la pandemia è stata un evento tragico, dall’altro ha portato a una maggiore consapevolezza del nostro rapporto di interdipendenza con l’ambiente e la società e questo si è rispecchiato anche nella forte crescita di nuove B Corp certificate. Da maggio a giugno, infatti, molte grandi aziende hanno deciso di diventare BCorp, tra cui Illy Caffè, WeTransfer, Danone, Mellin, Nutricia e Novamont.

Il moderatore della plenaria, ha usato l’espressione Immaginare l’impensabile. “Le imprese devono essere forza di rigenerazione della società, in cui esse siano al servizio delle persone e non il contrario. Questo non solo è possibile, ma necessario.”

Diversi speaker hanno parlato di cambiamento inarrestabile, ovvero di una transizione radicale da una visione individualistica ad una sistemica, in cui il purpose, lo scopo, sostituisca il profitto, come ha sottolineato l’Executive Chair di BLab Europe “C’è stata una crescita fenomenale di interesse nei confronti delle BCorp, il movimento sta aumentando del 30 per cento l’anno”.

Per realizzare questo cambiamento è importante ripensare le relazioni tra pubblico e privato, mettendo lo scopo al centro di questo processo “Gli obiettivi di oggi, eliminare la plastica dall’oceano, abbattere le emissioni, hanno bisogno di molti finanziamenti, non solo dallo Stato e dal settore privato. Come possiamo nutrire queste attività? Questa è una chiamata alle armi, c’è bisogno di politiche che si concentrino sui problemi. Le BCorp devono diventare un movimento di società, in cui l’innovazione si muove dal basso verso l’alto”.

Questo concetto è stato ripreso da diversi speaker, secondo cui bisogna ripartire dalla ricerca del senso, del purpose: il come deve essere sostituito dal perché all’interno del meccanismo che lega produttori, consumatori e azionisti.

Appunti visivi presi nella breaking room Vision&Culture

L’equità di genere, ha sottolinato una docente di economia, è ancora un problema in Italia. “Questo Paese fa ancora discriminazioni e così spreca delle risorse. La completezza che arriva dal noi fa sì che ci sia bisogno di un maschile e di un femminile. Nella società liquida sarebbe bello se ogni uomo potesse liberare un po’ del suo lato femminile e viceversa. Inoltre noi donne siamo multi-tasking e abbiamo davvero molte risorse da mettere in campo. Mi piace usare l’immagine delle donne che camminano all’indietro sui tacchi a spillo”.

Anche una rappresentate di Patagonia ha partecipato a questo evento, parlando dell’importanza dell’inclusività e del valore della diversity all’interno delle aziende. Esplorando il tema della leadership del futuro, ha lanciato alcune provocazioni riguardanti l’onestà intellettuale di chi persegue il cambiamento, con l’obiettivo di costruire un’economia inclusiva e sostenibile: “Siamo disposti a cambiare la nostra mentalità come leader? A lasciare da parte il nostro ego?”.

Uno spazio importante è stato dedicato ai giovani. Un’attivista di FridaysForFuture ha raccontato questo movimento studentesco globale, ricordando l’urgenza di un cambiamento per limitare i rischi a cui il pianeta è esposto. “Essere consapevoli dei cambiamenti climatici porta preoccupazione, ma questa preoccupazione deve tramutarsi in speranza e in azione”.

L’impatto ecologico è al centro anche del progetto vincitore del contest lanciato da BCorp School: una start up per creare un’app destinata al noleggio di veicoli ibridi o elettrici in grado di calcolare le emissioni risparmiate. “L’obiettivo è far nascere nel cliente una coscienza ecologica, dimostrando che il passaggio dal carburante fossile al veicolo elettrico non sempre è negativo.”

La trasformazione, insomma, è stata la parola chiave di questo summit. Una transizione necessaria, già in corso, ma che necessita dell’impegno di tutti per essere compiuta pienamente.

Come ci ha dimostrato la crisi provocata dal Covid, cambiare il nostro modo di vivere è possibile, anche se faticoso. Una fatica che sarà ripagata in termini di sostenibilità ambientale e sociale.

In conclusione, il moderatore ha tradotto il pensiero di molti con un appello: “Oggi lanciamo un messaggio al Paese. Sblocchiamo il cambiamento, sblocchiamolo diffondendo i valori delle BCorp, di imprese che lavorano per produrre impatto e non solo per il profitto”.

--

--

--

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store
Irene Brambilla

Irene Brambilla

More from Medium

“To love me is to hold me when I am raining.

Where you at?