B Calm and B Corp
Published in

B Calm and B Corp

Workout — le aziende (si) raccontano

Imprese di eroi ed eroine moderni

Giovedì 8 aprile si è tenuto il primo incontro di Workout — le aziende (si) raccontano, una serie di incontri sulla piattaforma Clubhouse dove diamo voce alle aziende che hanno superato momenti di crisi e sono riuscite a rilanciarsi.

In questo primo appuntamento, abbiamo raccontato tre storie di crisi e rinascita, con protagoniste aziende italiane che sono ripartite dopo momenti di apparente sconfitta.

La prima è stata quella di Francesco Greco, leader di Cosiam, un’azienda siciliana di costruzioni. Il padre, Rocco Greco, per anni ha denunciato l’attività estorsiva di Cosa Nostra e della Stidda gelese, diventando, insieme ad un gruppo di imprenditori, il leader dei commercianti anti-racket. Nel 2018, però, è proprio la sua azienda a ricevere (con un procedimento che poi sarà annullato), l’interdittiva antimafia. Questo provvedimento impedisce di fatto all’azienda di continuare nella sua attività e i dipendenti vengono di conseguenza licenziati. Rocco Greco non regge a questa situazione e si toglie la vita.

Ma Francesco Greco non si arrende e da lì riparte, nella memoria di suo padre, “mandando avanti l’azienda e gestendo la quotidianità con serietà e garbo”. Oggi la Cosiam è tornata in piena attività, fattura circa 5 milioni di euro e dà lavoro a 60 persone.

L’imprenditore Rocco Greco con il figlio Francesco — fonte www.lasicilia.it

Una rinascita possibile, racconta Francesco Greco, grazie alla solidarietà “dipendenti, collaboratori, amici ci sono stati vicini. Anche i lavoratori licenziati venivano lo stesso in azienda a dare una mano, con un atteggiamento davvero resistente. Abbiamo seguito quello che mio padre ci ha insegnato: darsi da fare, essere gentili con tutti, essere costanti. Siamo ripartiti e in soli 2 anni siamo cresciuti e abbiamo tenuto alto il nome dell’azienda”.

L’unione e la collaborazione dei dipendenti che decidono di mettersi in gioco in prima persona è al centro anche della seconda storia protagonista di Workout. Questa ci porta a Padova, dove il gruppo Editoriale Zanardi nel 2014 fallisce e viene messo in liquidazione.

Ma i lavoratori del gruppo reagiscono alla chiusura, investono di tasca propria per creare una cooperativa e rilevano l’attività. Con la passione e l’attenzione alla qualità che da sempre li caratterizza, questo gruppo prosegue l’attività di legatoria industriale e supera la crisi diventando oggi una cooperativa che fattura circa 4 milioni di euro e dà lavoro a 45 persone.

Un cambiamento possibile grazie anche ad una nuova forma organizzativa, che da gerarchica diventa self-managed. “La nostra è una gerarchia piatta” racconta Mario Grillo, Presidente della Cooperativa “abbiamo solo un responsabile di produzione che è stato scelto per competenza. L’azienda si organizza in funzione delle necessità e sulla gestione la gente si fida di chi ha scelto come leader”.

L’ultima storia ci parla invece di energia ed ha come protagonista Sorgenia, società leader nel settore energetico che, dopo un fallimento annunciato, e al centro di manovre politico-finanziarie che ne offuscano l’immagine, riesce a riprendersi con una svolta basata sulla sostenibilità.

Sorgenia, infatti risorge dalle sue ceneri grazie a una chiara visione del futuro del mercato dell’energia e del ruolo che deve avere una energy company che vuole operare misurando il proprio impatto sul mondo. Sceglie di puntare sui valori e, per la prima volta in Italia, su una testimonial disabile: Bebe Vio, un personaggio che incarna il concetto di energia e anche di rinascita.

Oggi Sorgenia, con quasi mezzo milione di clienti, è la prima Digital Energy Company italiana e il suo impegno sociale è sempre attivo. “Dal 2018 abbiamo sposato varie cause, come ad esempio l’iniziativa contro la violenza sulle donne, e facciamo campagne di sensibilizzazione su temi a noi vicini. Per esempio durante la pandemia abbiamo sostenuto una campagna di donazioni di beni di prima necessità tramite associazioni territoriali”, ci racconta Miriam Frigerio, Head of Brand and Communication, chiudendo con il suo speech questo viaggio all’interno di storie che parlano di aziende che hanno messo le persone al centro del proprio percorso di rinascita.

Le abbiamo chiamate storie di Resistenza, Visione e Consapevolezza, anche se è difficile racchiudere in poche parole la complessità di questi percorsi. Quello che emerge però è chiaro: le aziende sono fatte da persone e quindi solo puntando sulle persone possono guardare al futuro.

E tu, conosci qualche storia che merita di essere raccontata?

Segnalacela qui, potrebbe essere al centro di uno dei prossimi incontri di Workout — le aziende (si) raccontano.

--

--

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store