L’omaggio di Bronte a Don Bosco


All’ingresso di Bronte, incastonata nello Scialandro, si erge la statua che la città del pistacchio ha dedicato alla memoria di Don Bosco, il sacerdote amico dei giovani.

La costruzione, ideata dal salesiano brontese don Enzo Biuso ed inaugurata nel 1988, reca la scritta “Bronte a Don Bosco”.
La statua, in marmo di Carrara, mostra il Santo tendere la mano ad un giovane ed assieme all’uomo alle sue spalle aiutarlo a rialzarsi, a significare che egli nella sua opera di bene non fu solo, ma ebbe bisogno degli altri.

La fontana su cui poggia la statua è costituita da una vasca circolare, al cui interno si trovano cinque cerchi.
L’acqua rappresenta il messaggio di Don Bosco, mentre i cinque rocchi, i continenti: Europa, Asia, Africa, America ed Oceania.
Risulta chiaro il significato: il messaggio d’amore verso i giovani si è diffuso nel mondo e mantiene ancora oggi tutta la sua validità e potenza.

La statua diventa così un simbolo di speranza e fratellanza per tutti i cittadini brontesi ed i visitatori della città dell’oro verde.


La statua dedicata a Don Bosco a Bronte.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.