5 libri di cucina da regalare (e da regalarsi!)

Ricette per non buttare il cibo firmate dai migliori chef del mondo, come rivisitare i dolci della tradizione con il re del cioccolato, tutto sulla pasta (ma anche sui ramen) e tante idee per nutrirsi in modo sano

A Natale un libro è sempre una buona idea per un regalo. Se poi è di ricette, il pensiero è ancora più utile in vista dei tanti pranzi e cene da preparare per le feste. Avete già in mente a quale parente o amico appassionato di cucina potete regalarlo? Certo, potete anche acquistarlo e tenerlo per voi, perché ai fornelli c’è sempre qualcosa da imparare!

Il pane è oro — Massimo Bottura&Friends

Solo in Italia oltre 8 miliardi di euro di cibo, spesso ancora in condizioni perfette e in grado di nutrire intere comunità, viene buttato nella spazzatura. Per combattere questo spreco, Massimo Bottura (suo il migliore ristorante del mondo nel 2016) ha chiamato a raccolta, nella cucina del Refettorio Ambrosiano, durante l’Esposizione Universale di Milano, tanti suoi colleghi per proporre loro qualcosa di unico: trasformare le eccedenze destinate a essere gettate via in piatti straordinari da offrire a individui in condizioni di vulnerabilità economica o di insicurezza alimentare. Questa esperienza ora è raccolta in un vero e proprio diario di bordo: “Il pane è oro” (L’ippocampo) include storie e 150 ricette dei pasti da tre o più portate creati da oltre 40 tra i più grandi chef (da Alain Ducasse a Carlo Cracco, da Davide Oldani a René Redzepi e Ferran Adrià), a partire dagli ingredienti consegnati ogni mattina al Refettorio Ambrosiano: verdure o frutti ammaccati, conserve di pomodoro, uova, surgelati, prodotti da dispensa o a lunga conservazione facilmente reperibili in qualunque cucina. Le ricette sono a portata di tutti e dimostrano come anche l’ingrediente più semplice può diventare un grande piatto, buono non solo per il corpo, ma anche per l’anima.

La versione di Knam, Il giro d’Italia in 80 dolci — Ernst Knam

C’è chi fa il giro del mondo in 80 giorni e chi il giro d’Italia in 80 dolci. Ne “La Versione di Knam” (Giunti), il pasticcere tedesco naturalizzato milanese (divenuto celebre per programmi tv come “Il re del cioccolato e “Bake off Italia”) raccoglie le ricette delle dolcezze tipiche di ogni regione dello Stivale (quelle conosciute, ma anche quelle meno note) proponendone la ricetta classica e una sua personale rivisitazione per scoprire come piccoli accorgimenti, cambi di ingredienti, novità tecniche possono fare la differenza e rendere un dolce di sempre una nuova creazione. Ed ecco che nello strudel le mele lasciano il posto al formaggio quark e a una composta di albicocche, i cantucci si arricchiscono con pistacchi e cioccolato, il castagnaccio di cioccolato, pinoli e sale di Maldon, mentre nella cassata si aggiunge una fresca salsa all’arancia e nella torta gianduia le nocciole diventano caramellate.

Il libro del ramen — Stefania Viti

Per veri appassionati di ramen ecco il libro che raccoglie storia, cultura, curiosità e preparazioni di base, ricette classiche e creative della zuppa giapponese più famosa del mondo che si è diffusa negli ultimi anni anche in Italia. Stefania Viti, giornalista e nipponista, lo ha realizzato con la collaborazione della giornalista giapponese Miciyo Yamada, di Ramen Expo, la più grande fiera del ramen in Giappone, e dei ristoranti Casa Ramen, Niko Niko Ramen & Sake e Misoya.

Ricco di fotografie, “Il libro del ramen” (Gribaudo-Feltrinelli) è diviso in tre sezioni: la prima spiega le origini del piatto, racconta l’apertura della prima ramenya a Tokyo (1910) ed è corredata da tante curiosità tra cui una guida ai musei del ramen più famosi del Giappone. Seguono poi una rubrica dedicata al rapporto tra ramen, cinema, manga e letteratura, le tavole cronologiche e la carta geografica dei gusti e dei vari di stili di ramen in Giappone. La seconda parte è dedicata alla spiegazione delle preparazioni di base e degli ingredienti principali del ramen. Nella terza sezione, vengono raccontate e illustrate le ricette arrivate dal Giappone, ma anche quelle dei ristoranti di ramen in Italia.

Pasta, Le Forme del Grano — Slow Food Editore

C’è un simbolo più rappresentativo della cucina italiana che la pasta? No! E allora ecco che un nuovo volume raccoglie tutto quello che volete sapere su questo alimento, la storia, le materie prime, le lavorazioni, i formati tradizionali, oltre a tante ricette per fare la pasta in casa o per preparare i sughi più adatti al formato scelto. In “Pasta, Le forme del Grano” Slow Food, attraverso la narrazione, la fotografia e le infografiche, ragiona su preparazioni e futuro della pasta: dalla pasta fresca fatta in casa con farina di grano tenero a quella realizzata a lenta essiccazione con semole di grano duro, fino alla pasta all’uovo, ripiena, senza glutine o… senza grano!

Cucinare è un atto d’amore — Marco Bianchi

“Cosa mangi?” e “Come vivi la tua giornata?”: queste sono alcune tra le domande più frequenti che le persone fanno a Marco Bianchi perché vogliono sapere come il celebre food mentor della buona alimentazione si nutre in modo sano. Per rispondere a tutti il divulgatore scientifico ha scritto un nuovo libro, “Cucinare è un atto d’amore, La mia dieta tra emozioni, prevenzione e benessere” (Harper Collins) in cui apre le porte di casa sua (e della sua dispensa) e racconta la sua vita, fatta di affetti, ingredienti e ricette, consigli pratici, per raggiungere una sensazione di benessere e felicità. Un percorso entusiasmante composto da “10 ceste” ricche e colorate per scoprire il valore di prodotti spesso trascurati e scardinare false credenze legate all’alimentazione, e da 65 ricette per imparare a cucinare piatti salutari e buoni con pochi semplici ingredienti.