La violenza psicologica e le sue ferite invisibili

Nasce una nuova sezione su Chayn Italia

Illustrazione di martinamessori.com

Non lascia segni visibili sul corpo; non si ha bisogno di fondotinta, fard o foulard intorno al collo per nasconderla, non ti obbliga a dire ai tuoi cari “sono caduta dalle scale”; non per questo però la violenza psicologica non è violenza.

La violenza psicologica causa ferite invisibili che richiedono tempo per rimarginarsi, il suo protrarsi nel tempo può farti sentire insicura, confusa, in colpa e può farti credere che non ci sia un’alternativa alla situazione che stai vivendo.

La violenza psicologica si manifesta con modalità insidiose i cui tratti vengono spesso attribuiti ad un immaginario di amore “romantico” e totalizzante, e per questo difficilmente riconoscibili come violenza. Non per questo, però, non ci sono elementi che possono aiutarti a riconoscerla e azioni che puoi compiere, a piccoli passi, per uscirne!

Per aiutarti a riconoscere i campanelli d’allarme della presenza di comportamenti psicologicamente violenti nella tua relazione, Chayn Italia ha creato la nuova sezione “Violenza Psicologica“ in cui troverai informazioni su come riconoscerla, testimonianze e consigli su come affrontarla.

Se ti riconosci in quello che hai letto, se ti farebbe piacere confidarti e trovare sostegno, ti ricordiamo che in tutto il territorio italiano sono presenti numerosi Centri Antiviolenza pronti ad accogliere e sostenere le donne che ne hanno bisogno, rispettando le tue scelte e i tuoi tempi!

Se senti di vivere in una relazione violenta, se vuoi uscirne, ma non sai come fare ti invitiamo a leggere la guida “Cosa posso fare” di Chayn Italia.