Moscow’s Little Kyrgyzstan

Gabriele Battaglia
May 24, 2017 · 2 min read

Il documentario di Franco Galdini racconta la storia di dieci immigrati kirghizi a Mosca, la realtà complessa con cui si incontrano e si scontrano

Pochi sanno che, dal collasso dell’Unione Sovietica nel 1991, la Russia si contende con la Germania il secondo posto al mondo come meta dell’immigrazione, dietro agli Usa. Non si tratta di rifugiati spinti da ragioni politiche e richieste d’asilo, bensì soprattutto di migranti economici, gente che cerca una vita migliore, proveniente soprattuto dall’Asia Centrale.

Ogni anno, sono decine di migliaia quelli che lasciano le repubbliche del Kirghizistan e del Tagikistan — i paesi più poveri dell’Asia centrale — alla ricerca di un lavoro stagionale nelle principali città russe. Molti finiscono per rimanerci per anni, altri non torneranno mai più a casa, ma le loro rimesse costituiscono una parte importante dell’economia del loro paese. La Banca Mondiale stima che, nel 2014, i soldi spediti a casa dai cittadini espatriati abbiano costituito il 36,6 per cento del PIL del Tagikistan e il 30 per cento di quello del Kyrgyzstan.

Il documentario di Franco Galdini indaga la vita quotidiana di questa umanità in movimento e i problemi che incontra: la burocrazia russa ostile e corrotta, le molestie della polizia, il sentimento xenofobo di parte della popolazione. E cerca anche di approfondire gli effetti sulla vita dei lavoratori migranti della crisi economica che la Russia sta attraversando dopo il varo delle sanzioni occidentali a seguito dell’annessione della Crimea da parte di Mosca, nonché i cambiamenti provocati dall’ingresso del Kirghizistan nell’Unione Economica Eurasiatica nel 2015.

Vedi anche: Cronache dall’Asia Centrale

China Files

China Files è un collettivo di giornalisti specializzati in…

China Files

China Files è un collettivo di giornalisti specializzati in affari asiatici. Copriamo l'attualità di Cina, India, Asia Centrale, Giappone e Coree, fornendo news, approfondimenti e reportage scritti e audio. Potete leggerci anche su www.china-files.com.

Gabriele Battaglia

Written by

Journalist, based in Beijing, @chinafiles, @Internazionale, @radiopopmilano, @asiatimesonline, @ilTascabile, @PRISMOMAG, @The_TownerITA, die-hard @acmilan fan

China Files

China Files è un collettivo di giornalisti specializzati in affari asiatici. Copriamo l'attualità di Cina, India, Asia Centrale, Giappone e Coree, fornendo news, approfondimenti e reportage scritti e audio. Potete leggerci anche su www.china-files.com.

Medium is an open platform where 170 million readers come to find insightful and dynamic thinking. Here, expert and undiscovered voices alike dive into the heart of any topic and bring new ideas to the surface. Learn more

Follow the writers, publications, and topics that matter to you, and you’ll see them on your homepage and in your inbox. Explore

If you have a story to tell, knowledge to share, or a perspective to offer — welcome home. It’s easy and free to post your thinking on any topic. Write on Medium

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store