piccolo nero e piccolo bianco

Puntino — Un libro di Giancarlo Macrì e Carolina Gianotti — NuiNui 2015

© NuiNui 2015

Questo libro non è solo un puntino… nel senso che questo libro non è un libro di Elisabetta Pica, Chiara Vignocchi e Silvia Borando (di minibombo).

Avevamo incontrato quest’altro libro un un altro momento sul mio blog:


Questo libro è un’altra cosa.

Prima di tutto è un puntino nero. Anzi, tantissimi puntini neri.

© NuiNui 2015

Tanti amici puntini neri che stanno sulla pagina così, sparsi, a giocare…

Stanno bene tutti insieme e si divertono un mondo nel loro mondo (sulla pagina a destra) fatto di case, divertimenti e cose da mangiare.

© NuiNui 2015

Ma…

Sulla pagina a sinistra c’è un altro puntino… questa volta bianco. Anzi tantissimi puntini bianchi.

Tanti amici puntini bianchi che stanno sulla pagina così, sparsi…

Stanno lì ma non hanno cibo, divertimenti e case.

© NuiNui 2015

E vorrebbero andare nella pagina dei puntini neri per stare insieme a loro.

© NuiNui 2015

Basta, mi fermo qui perché il libro merita di essere letto nella sua bellezza in bianco e nero e per la sua bellezza “intellettuale”.

Una cosa semplice (un puntino, anzi due puntini, nero e bianco, anzi tantissimi puntini neri e bianchi) che racconta di una cosa “grande”: l’integrazione, la collaborazione, l’unione delle forze per rendere migliore il mondo in cui viviamo.

Come hai visto le illustrazioni sono in bianco e nero. Sono fatte con “semplicità”. Una semplicità che via via si fa più elaborata e “complessa” pur rimanendo perfettamente “leggibile” nelle sue continue “trasformazioni”. I puntini (semplici ed unici visti “da vicino”) riescono a formare e creare le immagini (viste “da lontano”) che danno vita al mondo che vogliono creare ed alle azioni di collaborazione descritte nel testo.

Sì, il testo. Anche lui “semplice” e moderno. Diretto, essenziale e posizionato nei vari punti delle pagine che illustrano quello che sta dicendo.


Questo libro è un inno ai colori. Ai colori dell’immaginazione reale. Bianco e nero che giocando e “lavorando” insieme riescono ad esprimere il bello che si può creare immaginando realmente. Sì può immaginare. Nessuno lo vieta. Si può collaborare. Nessuno lo vieta. Io voglio immaginare a colori. Nessuno lo vieta. Dentro questo libro ci sono tutti i colori… ci sono tutti i colori che voglio immaginare. Che tutti i bambini vorranno immaginare. Che tutti i grandi vorranno immaginare. Così, semplicemente.


Prendo un foglio. Un pennarello. Un colore. Tanti pennarelli. Tanti colori.

… Puntini …



Rileggo anche piccolo blu e piccolo giallo di Leo Lionni che “forse” gli autori di Puntino conoscono…

© NuiNui 2015

Scopri altre recensioni su CiaU Book: