Sembra abbiano avvistato Triangolo al circo e Quadrato al mare. Tu li vedi?

“Tienili d’occhio!”

© minibombo 2015

Due nuovi libri senza parole di Silvia Borando [minibombo 2015]


Sono delle forme geometriche!

Così Livia dopo aver appena aperto un libro di Silvia Borando. Un altro libro. Un libro con i ritagli che ho raccontato in un altro post. Ora però non andare subito a vedere l’altro post perché in questo qui, proprio in questo qui ci sono finalmente delle forme geometriche. Due forme geometriche per eccellenza!

Sicuramente Livia direbbe:

Sono delle forme geometriche! Un triangolo rosso e un quadrato blu!

Sì, ma le forme geometriche, si sa, stanno lì ferme che non le sposta nessuno… vero? Andiamo a vedere…

© minibombo 2015

Anche se succede di tutto, loro stanno lì ferme. Infatti al circo Triangolo va a piazzarsi su una tromba del musicista della banda, poi va tra le cose di un giocoliere, poi è un pezzo del papillon di un clown, poi su un serpente incantato, poi un orecchino, poi… poi… BOOM!

© minibombo 2015

Ops… è scoppiato…

© minibombo 2015

Va bene, ora c’è Quadrato. Siamo al mare… la situazione dovrebbe essere più tranquilla. Quadrato è su un nave, poi un nodo della cravatta del capitano, poi un cannocchiale del marinaio che vede un bambino sulla spiaggia, poi Quadrato finisce sulla bandiera sulla torre del castello di sabbia della bambina, poi… poi… è tardi, meglio chiudere l’ombrellone e tornare a casa.

© minibombo 2015
Ma Ugo, Triangolo e Quadrato si sono sempre spostati! Hai visto che una volta stavano lì, poi lì… poi lì… e poi lì?
Sei sicura Livia? Ma se guardi bene il libro, dove sta sempre Triangolo?
Mmmm… Al centro di questa pagina!
Vero! E dove sta sempre Quadrato?
Al centro di questa pagina!
Te l’avevo detto che le forme geometriche stanno sempre lì ferme che non le sposta nessuno!

Ecco, la caratteristica di questi due libri sta proprio qui. Nel fatto che sia Triangolo sia Quadrato stanno sempre fermi lì. Al centro della pagina.

Al circo come al mare è tutto un succedersi di situazioni, di personaggi e azioni ma sia Triangolo sia Quadrato stanno sempre fermi lì.

Vuoi fare la prova? Tieni il tuo dito poggiato su Triangolo, gira la pagina e poggialo ancora lì. Chi c’è?

Avrai capito. L’esperimento, riuscitissimo, di Silvia Borando sta proprio nel creare varietà di situazioni legate ad un contesto (circo o mare) con uno sviluppo narrativo dinamico facendo stare i protagonisti (Triangolo e Quadrato) sempre fermi lì. Al centro della pagina.

I libri (chiusi) sono quadrati, aperti sono colorati! Colori in prevalenza primari che giocano anche con il bianco e il nero.

Illustrazioni chiare che i bambini possono comprendere con molta facilità per dedicarsi poi ad altro. A cercare i protagonisti e scoprire la loro staticità prima di tutto. A esplorare gli altri particolari illustrati e a immaginare come le illustrazioni possano svilupparsi ancora dove finisce la pagina. Il corpo del musicista così come quello del giocoliere sono “fuori campo” sotto le pagine, il timone del capitano e il profilo del marinaio non sono completi. Torna su a vedere.

Puoi anche fare di più! Minibombo (come sempre) associa ad ogni libro pubblicato un minisito con tanti suggerimenti di gioco. Da lì puoi capire meglio l’idea di base del libro e sviluppare insieme ai bambini tanti possibili sviluppi. Ops… ho bisticciato con le parole!

Per Triangolo al circo il minisito per giocare è questo.

Il book trailer è questo:

Per Quadrato al mare il minisito per giocare è questo.

Il book trailer è questo:

Ugo, ora vorrei portare Quadrato a scuola!
Ok Livia, mettiamoci al lavoro! Prendiamo queste forme geometriche e inventiamoci chi potrebbe incontrare, il nostro Quadrato, a scuola.

Scopri altre recensioni su CiaU Book: