Strade

Avvertenza: non è strutturato ma per me, come tutto quello che scrivo qui, è significativo

Ascolta un vecchio, vecchissimo pezzo house, e intanto corri, pensando di scrivere quello che stai scrivendo adesso.

Pensa a tutte le parole che hai ascoltato oggi, a quello che hai letto, a quello che ha costruito, e costituito una parte della tua giornata.

Corri e guarda: hai delle strade davanti, ne hai altre dietro e ne hai ancora altre dentro.

Corri e pensa al concetto di appartenenza nel senso più ampio del termine: a quello a cui appartieni, a quello che appartiene a te. A quello che hai da dare e a quello che hai dato, alla riconoscenza che hai dimostrato e a quella che hai avuto. Pensa anche a quella che non hai avuto, ma senza rancore. Corri e non essere rancoroso, o ti si spezzerà il fiato.

Quello che viene fuori è che certe cose non le senti più: strada dopo strada, incrocio dopo incrocio qualcosa si è staccato da te come il sudore che ti esce da dentro proprio adesso. Ma in cambio senti cose nuove: sudore che esce, aria che entra. Ossigenazione.

Nuove cose: nuove parole, persone, aspettative, nuovi modi di sorridere o di parlare. Nuovi punti di vista.

Punto di vista è un termine abusato, te ne rendi conto mentre corri: cambia punto di osservazione e cambieranno le cose. Stai nello stesso punto e le cose non cambieranno e invecchieranno con te.

E’ un periodo denso di pensieri che portano aspettative, speranze.

Hai scoperto [addirittura] di avere un bisogno, un’esigenza che va al di là della materia alla quale sei attaccato da sempre; qualcosa che somiglia alla religione, ma che non prevede l’uomo in croce sotto la cui ombra sono stato cresciuto.

Hai 45 anni.

E’ l’estate della tua esistenza su questa terra, e non la vuoi passare chiuso da qualche parte, a guardare gli altri che fanno cose.

Ti dai il tempo necessario per fare ordine, per non lasciare indietro niente, nessuno; ti dai il ritmo come nella corsa, e decidi la strada.

Poi vai.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.