Jhoann Wolfgang Von Goethe

Affinità Elettive

Bisettimanale di divulgazione musicale

Scrivere di musica. 
La materia virtuale, incontrollabile, l’arte astratta per eccellenza. Il mondo che racconta il "fatto musicale" si sviluppa attraverso tre principali vie: quella didattica, quella informativa e quella d’opinione. La prima arriva con sicurezza e necessità, veicolata da basamenti secolari di teoria e pratica. La seconda, attraverso il proprio carattere storico e propedeutico, risulta complementare alla sua precedente. Si distacca da queste la letteratura d’opinione. Trasferire in parola le sensazioni, le idee di un ascolto musicale è cosa buona e giusta solo all’interno di una soggettività dichiarata. Per operare sull’analisi di significati ricevuti nel confronto diretto con un’opera musicale è necessario individuare gli aspetti delle prime due vie (didattica ed informativa, appunto) ed escluderli, ai fini di una più limpida interpretazione. Ci chiederemo: come può esserci utile un’opinione totalmente soggettiva e sradicata da schemi e stilemi di riferimento? La risposta è molto semplice. L’utilità di una considerazione soggettiva è puramente soggettiva. Chi cerca in un magazine, una rivista od in qualsiasi pubblicazione riguardante un’opinione musicale una chiarificazione dei termini di confronto e di valutazione dell’opera presa in esame non troverà nulla. Chi cerca un nuovo modo di osservare il proprio ascolto potrà, forse, usufruire dell’opinione di un singolo per cambiare la propria visione del giudizio di massa. 
Una relazione chimica che può legare o dissolvere gli elementi che si incontrano in natura, per poi riunirli e nuovamente allontanarli.

Nel corso di questa rubrica bisettimanale ci occuperemo di musica suonata, ascoltata, proposta in modalità diverse. Idee di musica differenti si incontreranno, non costituendo un dialogo necessario, ma delineando figure singolari al servizio dell’interpretazione soggettiva.

Lorenzo Valè | Collettivo Zero