Venerdì 13: usciti Sohn, Mecna, Baustelle, e Bonobo

Uscite da paura, non si sa da chi partire

Sohn

In un solo giorno siamo stati sommersi di uscite.

Voglio partire assolutamente da Sohn che musicalmente mi appartiene di più.

Sohn / Rennen

“Rennen” e i suoi vari singoli

Il produttore londinese (aka Christopher Taylor) esce con Rennen, e si può tranquillamente dire che si è fatto molto attendere. L’ultima uscita sotto forma di EP è stata infatti nel 2014 con Tremors EP, sempre per 4AD.

Ma non sono mancati i singoli nell’ultimo anno, nel 2016.

Conrad, Rennen, Hard Liquor e Signal sono stati i pezzi che hanno anticipato l’uscita ufficiale dell’intero album.

Faranno parte quindi assieme ad altri 6 brani (10 in totale) di un EP che sulla carta può essere già considerato uno dei più importanti da qui a giugno.

E se la gioca anche per l’anno intero.

P.S. sarà in Italia il 15 gennaio al Magnolia di Milano

Mecna / Lungomare Paranoia

Un’altra uscita che ho apprezzato parecchio è questa. Con una pubblicazione scattata al termine di un conto alla rovescia, Mecna mi ha sorpreso con questo album di 12 tracce confezionato da Macro Beats.

Sicuramente più lento di “Lasca” (2015) ma assolutamente non da meno.

Il beat più “tranquillo” lascia spazio ai testi e crea nel complesso un’atmosfera avvolgente. E’ da segnalare che tra i vari produttori che si sono alternati nei suoi pezzi c’è pure Godblesscomputers. Non male.

Bel lavoro.

P.S. Special pack

Baustelle / L’amore e la violenza

Di questo disco ne conosciamo già qualche sfumatura. Discusso e stra-chiacchierato nelle radio e in rete, esce ufficialmente oggi.

Francesco Bianconi - Rachele Bastreghi - Claudio Brasini

Mancava un loro lavoro da più di 3 anni, da Fantasma del 2013 (quindi senza considerare la pubblicazione di “Roma Live!”).

L’amore e la violenza, che è stato ampiamente anticipato nel contenuto da “Amanda Lear”, è un LP composto di 12 tracce davvero ben fatto: si sente l’esperienza del gruppo e si sente anche come siano sempre sul pezzo, affrontando tematiche di guerra, amore e vita comune interlacciate tra loro.

“L’amore stesso contiene sempre una piccola dose di violenza: un titolo perfetto per noi. I Baustelle sono ‘L’amore e la violenza’ ”
Baustelle per La Repubblica

LP marchiato Warner Music, già disponibile su Spotify e all’acquisto.

Se dovessi definire il loro genere, direi che sono pop misto a rock old school con sangue punk. In qualche pezzo magari anche un po’ Kraftwerk.

In pratica genere Baustelle.

“Basso e Batteria” e “Il vangelo di Giovanni” sono tanta roba, ma in fondo tutto l’album merita.

Devo dire la verità, mi mancavano.

Bonobo / Migrations

Ne abbiamo già parlato con l’articolo di Daniele Didoni di 3 giorni fa con l’anticipazione del brano a 4 mani fatto con Nick Murphy (Chet Faker).

Bonobo “No Reason” Feat. Nick Murphy

Oggi esce ufficialmente, disponibile anche questo su Spotify.

Insomma: giornata impegnativa.