Comuni-Chiamo, Fondazione Golinelli e Università di Bologna insieme per far crescere gli imprenditori di domani

Essere imprenditori significa avere il coraggio di rischiare e sbagliare, imparare dall’errore, sbagliare di nuovo, imparare ancora.

Dopo quasi cinque anni di rischi, scommesse ed errori, ogni giornata ci regala piccole e grandi soddisfazioni e, finora, una delle più importanti è arrivata proprio qualche settimana fa quando siamo stati scelti come Mentor del progetto “Icaro, palestra d’imprenditorialità per studenti universitariorganizzato dalla Fondazione Golinelli insieme all’Università degli Studi di Bologna in collaborazione con AidAF, Gruppo dei Giovani Industriali di Assobiomedica eSebia Italia, Theras Group e Banca Patrimoni Sella & C. del Gruppo Banca Sella, tre aziende coinvolte in una logica di open innovation.

Il progetto Icaro, partito lo scorso giovedì,

(…) nasce nella convinzione che sia necessario facilitare il passaggio dalla ricerca al mercato, intervenendo sull’accelerazione del trasferimento tecnologico ed esercitando le proprie competenze su idee concrete e su possibili traduzioni produttive immediate, apprendendo inoltre, e codificandoli, nuovi paradigmi formativi sempre più in continuo aggiornamento.

E di questa convinzione noi ne siamo certi al 1000%!

Nei prossimi 7 mesi Gilberto e Matteo (due dei nostri co-fondatori) insieme ad altri importati professionisti e docenti del panorama italiano e internazionale affiancheranno 30 studenti under 25 - selezionati tra 150 candidature arrivate - provenienti dalle dalle Scuole di Lettere e Beni culturali, Ingegneria e Architettura, Economia, Management e Statistica, Agraria e Medicina Veterinaria, Medicina e Chirurgia, Farmacia, Biotecnologie e Scienze Motorie, Scienze politiche, Giurisprudenza.

Divisi in gruppi di lavoro interdisciplinari, i ragazzi svilupperanno un vero progetto imprenditoriale su temi scelti dalle aziende partner, con un unico obiettivo in testa: individuare soluzioni innovative, guidati principalmente dalle metodologie del Design Thinking.

Siamo orgogliosi e, a dirla tutta, molto emozionati: trasmettere ciò che abbiamo imparato a chi sogna di essere imprenditore, aiutarlo a muovere i primi passi nel mondo complicato e affascinante, insidioso e stimolante dell’imprenditorialità italiana è una responsabilità immensa.

L’esperienza è appena iniziata, lascerà un segno nei ragazzi, ma soprattutto lascerà un segno in noi, perché insegnare è il modo migliore per imparare e mettersi in discussione, e mettersi in discussione, in ogni momento, è l’unica via che conosciamo per essere i migliori imprenditori possibili.

Quale sarà il punto di partenza del nostro lavoro con loro? Sicuramente i 3 consigli che abbiamo dato in questa breve presentazione.


Vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nostre storie d’innovazione? Sei curioso di sapere quello che facciamo? Iscriviti alla Newsletter Mensile di Comuni-Chiamo