#mafiacapitale #venetodeifurbi

Claudio Malfitano scrive sul Mattino di Padova di oggi 19/05/2016 che

ieri la Prefettura di Padova ha riaperto la gara per la gestione dell’ex caserma Prandina e della base di Bagnoli di Sopra riammettendo le due cooperative romane che erano state escluse, cioè Senis Hospes e Tre Fontane, legate al gruppo La Cascina.

Va ricordato, che il gruppo La Cascina è coinvolto nell’inchiesta #mafiacapitale. Tali cooperative, a sentire le parole del Prefetto Patrizia Impresa, sarebbero sicure, in quanto commissariate. Non sarebbe ancora più di buon senso, oggi, porsi le domande che erano state suggerite negli articoli precedenti? Link1, Link2.

In qualsiasi struttura complessa, come può essere l’organizzazione criminale o quella di una cooperativa, si creano consuetudini e regole tacite.È sensato e onesto pensare che, in una istituzione simile, sia sufficiente azzerare i suoi organi interni per ripristinare una cultura della legalità e del senso civico? È sensato e onesto sommergere un simile istituto di soldi pubblici?

Nel frattempo le 3 interrogazioni parlamentari su Ecofficina (Interrogazione M5S, Interrogazione PD 1,Interrogazione PD 2) allargano il problema alla dimensione politica. La prima è di Marco Brugnerotto (M5S) e le successive di vari esponenti del PD, capitanati da Alessandro Naccarato, il quale dichiara:

Il sindaco sostiene che le irregolarità di Ecofficina erano note da tempo e che la cooperativa sarebbe “vicina” al sottosegretario Degani e quindi al governo. Se questi fatti erano così evidenti perchè non li ha denunciati alle autorità competenti? […] Bitonci sta tentando di nascondere i ritardi sull’accoglienza e il suo decisivo rapporto elettorale con Ncd e Degani.

Naccarato evidenzia inoltre un problema politico e sociale di maggiore respiro:

gli slogan contro i profughi e l’incapacità dell’amministrazione di trovare strutture per l’accoglienza diffusa hanno costretto la Prefettura a realizzare un centro presso l’ex caserma Prandina.

In alcune affermazioni del primo firmatario, la speculazione politica è spregiudicata:

forse il sindaco è infastidito perchè i parlamentari del Pd lo hanno anticipato e hanno provocato i controlli in corso?

Spregiudicata, perchè ad anticipare tutti sono stati i parlamentari del M5S. L’interrogazione dei “grillini” è datata 23/03/2016, mentre le successive, del PD, sono del 06/04/2016 e del 12/05/2016.

In questo mare di speculazioni, economiche e politiche, la gestione dell’immigrazione ed il senso dell’accoglienza umana versano in situazioni grottesche, e sarebbe opportuno chiedersi se il metodo degli appalti sia il più opportuno per fronteggiare la situazione. Ha dell’incredibile che le istituzioni non sappiano promuovere alternative al #venetodeifurbi e a #mafiacapitale. A chi scrive sembra evidente che le prassi di allocazione delle risorse pubbliche non sono dotate di strumenti (culturali prima di tutto) che tengono alla larga gli avvoltoi.


Originally published at beyondcommunicationsblog.wordpress.com on May 19, 2016.

Like what you read? Give albarison a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.