Guy Martin sull’Isola di Man (Tourist Trophy)

2Ruote digitali

L’amore per la moto riesce, quasi per magia, a liberare l’energia imprigionata nel cuore degli uomini, e a illuminare i sotterranei dell’anima. 
(cit. Claudio Costa AKA “Dottorcosta”)

Prologo

Nel 2014, la presenza online della Federazione Motociclistica Italiana era decisamente complessa e stratificata: esisteva un tipico portale principale (federmoto.it) e numerosi siti web satellite (i siti dei comitati regionali, quelli dedicati allo sposrt agonistico etc.). Ogni sito web aveva la propria tecnologia, il proprio linguaggio visivo e interfacce utente tutte diverse tra di loro.

→ L’esperienza utente era faticosa ma era soprattutto difficile trovare l’informazione oppure il servizio che si stava cercando.
→ Il patrimonio digitale a disposizione era immenso ma non era valorizzato: notizie, informazioni, foto, video, documenti e servizi erano affogati in troppi livelli di informazione sovrapposta.

Quando Manafactory ha ricevuto l’incarico e, siamo partiti con l’analisi preliminare, subito abbiamo intuito che eravamo di fronte ad una progetto complesso dove l’impatto era totale: avremmo, infatti, dovuto cambiare la tecnologia, il linguaggio visivo e la modalità di fruizione dei contenuti e dei servizi.

→ L’obiettivo principale era offrire all’utente finale un sistema di siti che avesse un’identità digitale unica e un’interfaccia di navigazione omogenea e circolare.
→ L’obiettivo secondario era di economia sia per la gestione dell’infrastruttura teconologica sia per quanto riguardava i costi di manutenzione ordinaria e straordinaria.

Il cambiamento doveva essere culturale e doveva partire dal Cliente.

FMI doveva comprendere che il suo modello di comunicazione “autoreferenziale e top-down” doveva spostarsi verso l’informazione ed il servizio rivolto ai suoi target principali:

  1. i motociclisti
  2. gli addetti ai lavori

Analisi, progettazione e sviluppo

L’euforia prima di iniziare in turno di prove libere all’autodromo di Vallelunga con il mio CBR 600 RR
Per un appassionato di motociclette come il sottoscritto, progettare e sviluppare il nuovo ambiente web della Federazione Motociclistica Italiana è stata, credo, una delle esperienze più stimolanti della mia professione.
LA SQUADRA
Oltre il sottoscritto nel ruolo di account & product manager, ho lavorato con persone fantastiche e senza le quali il progetto non si sarebbe mai realizzato:
Barbara De LucaProgram management
carlogattoDesign & Front-end development
Matteo BaraleBack-end development

Analisi dei siti web della Federazione (Barbara De Luca)

Tutto è iniziato con l’analisi dei numerosi siti web che FMI aveva pubblicato nel corso degli anni:

  1. il portale principale di informazione, documentazione e servizio;
  2. i siti dei comitati regionali (uno per ogni regione d’Italia);
  3. il sito del Team Italia, impegnato del motociclismo agonistico internazionale sia nel campionato della MotoGP che nel campionato SuperBike;
  4. il sito del Campionato Italiano Velocità (CIV) di informazione e presentazione dei numerosi campionati di motociclismo italiano;
  5. altri siti verticali dedicati ad esempio alla vendita dei loro gadget, alla presentazione e consultazione online della loro rivista cartacea Motitalia, etc.
La mappa logica che fu condivisa con il Cliente dopo la nostra ricognizione dei siti web di FMI faceva emergere una quantità di pagine, documenti e servizi dedicati al motociclismo sconfinata. La maggiorparte di questi dati erano però irreperibili dall’utente: non poteva ad esempio trovare un documento usando il menu di navigazione oppure usando il motore di ricerca interno al sito.

Analisi di benchmark (Barbara De Luca)

Sono stati molti i siti web utilizzati come fonte di ispirazione ma quelli che sono stati i casi d’uso per il progetto furono 2:

Analisi dei target e dei contenuti (Barbara De Luca)

L’identificazione dei target di riferimento e, la conseguente definizione delle tipologie di contenuti, sono stati il primo passo verso la progettazione esecutiva. L’identificazione di questi due elementi ci hanno permesso di definire i modelli di pagina (wireframe).

I target

La Federazione Motociclistica si rivolge a due target principali

  1. i motociclisti (sotto-target: velocità, turismo, fuoristrada)
  2. gli addetti FMI (commissari e giudici di gara, istruttori di guida, referenti per le manifestazioni, etc.)

Esiste inoltre un target trasversale: il motociclismo d’epoca. È un pezzo delle due ruote italiano che aggrega numerosi appassionati e la FMI promuove il restauro, la conservazione e valorizzazione di questo patrimonio attraverso rievocazioni di eventi sportivi e soprattutto offrendo il servizio del registro storico che permette di iscrivere tutti i motocicli e i ciclomotori che abbiano compiuto 20 anni di età.

I contenuti

Navigando i siti web ed intervistando le persone della Federazione si è delineata una mappa di contenuti molto vasta anche se tipica di un prodotto digitale. Furono infatti identificati 5+1 macro tipologie di contenuti che sono poi diventati i modelli di pagina del network FMI:

notizie e comunicati

gallerie multimediali di foto e video

calendari di risultati gare/eventi

elenchi di piloti e team

documenti in formato PDF

(6) Numerosi servizi online erano offerti ma non faceva parte del nostro incarico la loro re-ingegnerizzazione. Manafactory si è limitata ad integrarli, tramite iFrame, nel nuovo ambiente web.

La progettazione

Dai wireframe ai layout (Carlo Gatto)

Il nuovo contenitore digitale della Federazione Motociclsitica Italiana doveva avere le caratteristiche di un Network cioè di un sistema di siti che condividevano tecnologia, contenuti e servizi.

La progettazione esecutiva è iniziata con il disegno dei wireframe (prototipi di pagina) ed è stata eseguita con il software OmniGraffle Professional (è il software che preferisco tra i numerosi disponibili) ma i primi bozzetti sono stati fatti a mano.

Solo dopo aver condiviso con FMI i diversi wireframe si è passati al disegno dei layout definitivi che hanno determinato il re-design radicale della presenza online della Federazione Motociclistica Italiana.
Alcuni dei wireframe dei principali modelli di pagina

Il primo concept grafico proposto da Carlo non fu approvato dal Cliente. Vista la complessità della struttura federale di FMI, avevano bisogno di molto più spazio: un menu con più voci e soprattutto una spalla destra per strillare contenuti di rilievo come documenti servizi.

Il primo layout del sito web della Federazione Motociclistica Italiana

Siamo così giunti ad un compromesso e Carlo ha proposto una struttura più tradizionale di “portale” con testata, piede, spalla destra e corpo centrale per visualizzare i contenuti. La bacchetta blu nella parte alta della testata è il “menu network” per l’accesso a tutti i siti della Federazione (ovviamente in comune a tutti i siti della FMI). Di seguito una schermata della versione definitiva del sito web federmoto.it che è raggiungibile online all’indirizzo http://www.federmoto.it .

Layout definitivo della “prima visualizzazione” della homepage di federmoto.it

Il back-end, il CMS e l’archivio documentale (Matteo Barale)

Il progetto non era “solo” progettare e realizzare il sito federmoto.it. Non solo si voleva portare sotto un’unica piattaforma tutti i siti della FMI (20 siti regionali, il sito del Team Italia, del Campionato Italiano Velocità e vari altri siti satellite) ma si doveva creare anche un archivio documentale di tutti i documenti, moduli e procedure che la FMI produceva.

Ovviamente i documenti dovevano essere indicizzati per essere ricercabili tramite motore di ricerca.

La scelta per il CMS è ricaduta sulla piattaforma opensource WordPress Multisite. Una sola piattaforma per la gestione, una sola installazione per gestire tutti i siti del Network FMI. Il vantaggio è stato sia per i redattori, che oggi dispongono di uno strumento unico per la pubblicazione, sia per la gestione che per futuri sviluppi ed integrazioni.

Per il servizio di motore di ricerca per l’archivio documentale (e per il sito in generale) Matteo ha proposto l’installazione di Elasticsearch. Il risultato è andato decisamente oltre ogni aspettativa con una notevole soddisfazione per gli utenti.

24.02.15 #golive

Il 24 febbraio 2015 il nuovo sito della Federazione Motociclistica Italiana è stato pubblicato sul web. Nei mesi successivi sono stati pubblicati anche tutti gli altri siti del Network. Oggi il rapporto con FMI continua quotidianamente con una manutenzione ordinaria ed una continua evoluzione del loro prodotto digitale.