Business e libri

C’è business e business.

Non sono un esperto di editoria, né tantomeno ho mai organizzato un salone del libro, però vorrei dare una mia piccola riflessione.

D’altro canto so cosa vuol dire organizzare eventi innovativi e pur non avendo la sfera di cristallo ho un’idea chiara di dove andrà la tecnologia nei prossimi anni.

Il salone del libro è stato un successo, 165.000 biglietti, pienone e grande afflusso di editori, scrittori e influencer.

Diciamocelo, fallire completamente un evento dopo 30 anni sarebbe stato grave, no?

I cugini milanesi alla prima volta sono andati benino, era puro gossip aspettarsi che ci superassero.

Ora, per fare la pace tra i due saloni leggo che è stato deciso un allentamento delle date, mentre Torino si terrà i libri tradizionali Milano si concentrerà sull’editoria digitale.

Se pensate che tra 10 anni i libri di carta saranno una nicchia e l’editoria sarà tutta digitale chi pensate che abbia vinto?

Certe scelte mi lasciano senza parole.