Il percorso più lungo

Qualcuno ha detto che la pace esiste
ma non l’ha incontrata mai
e poi è corso a gridarlo per strada
ed il mondo scappava
lontano dall’umanità.
Così ha iniziato a viaggiare
a rincorrere i venti e le scelte
a vivere fuori da sé
e non è mai tornato indietro
mai tornato nella sua città.

C’è chi crede che l’amore ti cambia
e che il lavoro nobilita l’uomo
cercando il primo in piazza di Spagna
ed il secondo in piazza Duomo.
E saluta passanti a due mani
col sorriso dipinto sul volto
per colmare in un gesto i divari
apparire l’artista più colto.
Ma l’amore non passa per caso
ed il lavoro non è da meno
e il cercatore ora storce il naso
l’oro è partito con l’ultimo treno.
Alla fine di qualunque giorno
per smaltire il suo disappunto
chiederà al tassista di turno
di fare il percorso più lungo.

Qualcuno ha detto che la pace esiste
perché è scritto nei libri di storia
e poi è sceso ad urlarlo in piazza
ed il mondo scappava
lasciando soltanto la guerra.
Così ha deciso di andare via
per trovare lavoro ed amore
cercare se stesso
e non è mai tornato a casa
mai tornato alla propria terra.

Like what you read? Give Giorgio Isoletta a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.