12 panini che devi conoscere

Giro del mondo tra grandi classici e ricette sorprendenti che prima o poi dovremmo assaggiare

Quando non hai voglia di cucinare è sempre la risposta più veloce e soddisfacente. Ed è una certezza anche quando sei all’estero: se hai troppa fame per chiedere, cercare, rischiare di mangiare nel posto sbagliato, anche se un Paese non è rinomato per la sua cucina, di sicuro ha sempre un ottimo panino da assaggiare. Saporito, godurioso, che riempie stomaco e il cuore e che trovi facilmente tra botteghe, fast food e baracchini di strada.

Da dove cominciare? Tutto sta al gusto, e spesso anche allo stomaco, perché certi panini tipici sono per chi è davvero allenato a digerire. Eccone 12 celebri, imprescindibili, da conoscere per replicarli a casa o assaggiarli in giro alla prima occasione.

1.Donkey Burger — Cina

Pane croccante (l’houshao) ripieno di carne d’asino bollente e salsa piccante. Specialità dello street food cinese, lo preparano anche in tanti ristoranti a tema.

2. Bosna — Austria

Vi godrete la birra solo a metà se nel frattempo tra le strade delle cittadine austriache non starete addentando questo sfilatino. L’abbinamento con le bionde è un must (e serve anche a digerire meglio): è ripieno di salsicce, cipolle, spezie.

3. Mitraillette — Belgio

I belgi, fieri inventori della patatina fritta (fritta due volte, secondo la ricetta originale), hanno pensato che da sola non bastasse e così l’hanno anche messa in questo panino: una demi-baguette in cui la patatina si sposa con carne fritta e sì, certo, fiumi di maionese…

4. Smorrebread — paesi scandinavi

Più che un panino, in realtà è una megatartina di pane di segale, ma in questa lista non può mancare perché è davvero delizioso. Non c’è una ricetta fissa: in genere si spalma con del formaggio fresco e si aggiungono insalata e pesce. Peraltro ha normalmente un bellissimo aspetto.

5. Arepas — Venezuela

Rotonde, assomigliano alle tigelle emiliane, sono fatte con un impasto di farina di mais e poi ripiene in vari modi. Tra i condimenti più classici: avocado (usato molto spesso per spalmare il pane in Venezuale) e pollo arrosto. Il risultato finale è delizioso.

6. Po boy sandwich — Stati Uniti

Ok, gli americani sono gli inventori degli hamburger. Ma poi quello dei panini per loro è un mondo, oltre a questo c’è tanto altro da scoprire. Tra le proposte gourmet, c’è questo panino originario della Louisiana ripieno di carne (normalmente roast-beef) o pesce: calamari, ostriche, gamberi. Tutto servito in una baguette.

7. Bauru — Brasile

È quel classico panino che prepari con tutto quello che hai in casa, per un risultato finale strepitoso. Non a caso lo ha inventato uno studente — Casimiro Pinto Neto — e in breve è diventato il sandwich nazionale: è ripieno di formaggio, roast beef, pomodoro, cetriolini, lattuga.

8. Cemita — Messico

Pagnotta rotonda con semi di sesamo ripiena di avocado, formaggio, carne e salsa piccante. Lo hanno inventato a Puebla, e ora si mangia ovunque.

9. Gatsby — Sudafrica

Sì, prende il nome dal libro di Fitzgerald. O meglio, dal cappello usato da Robert Redford nel film del Grande Gatsby del 1974, perché per la forma ci assomiglia: è pane ripieno di salumi e patatine fritte.

10. Croque monsieur — Francia

Toast ripieno di prosciutto cotto, besciamella, groviera, ma anche ricoperto di formaggio prima di passare al grill. Se la versione tradizionale di questo panino in voga nei primi del ‘900 a Parigi vi pare poco, provate la versione al femminile: il croque madame. Oltre a tutto questo, sull’ultima fetta ci va anche un uovo fritto.

11. Club Sandwich — Inghilterra

Gli inglesi non spiccano per le loro doti culinarie, ma questo panino è l’eccezione. Originario del Kent, è formato da tre strati di pane in cassetta ben tostato e ripieni di maionese, pollo, lattuga, pomodoro, bacon, e servito con (tante) patatine fritte. Nei momenti “no” è sempre un’ottima risposta.

12. Medianoche — Cuba

È il tappa-fame che soddisfa prima del rientro a casa dopo una notte da leoni. Dentro c’è tutto: uova, arrosto di maiale, prosciutto, formaggio grigliato, sottaceti. Ve la sentite?