Conversazioni distribuite

Le nostre partnership con varie pubblicazioni per offrire interazioni di alta qualità

Medium sta diventando la piattaforma social preferita per commenti e riflessioni su temi importanti, saggi provocatori e inchieste giornalistiche di qualità, sia di riviste indipendenti sia di grandi testate che vogliono incoraggiare conversazioni significative su argomenti di sostanza, di interesse e di rilievo. Qui, queste conversazioni stimolano il pensiero a fare passi avanti dove più conta e a produrre un impatto reale nel mondo.

Prendiamo ad esempio Dave Pell, autore ed editore di una newsletter molto seguita, NextDraft. Il suo post su Medium sulle disuguaglianze di reddito e nell’istruzione a San Francisco ha provocato un sano dibattito sul ruolo e le responsabilità delle grandi imprese locali del settore tecnologico, con risposte approfondite di giornalisti come Steven Levy e Greg Ferenstein e di importanti membri della comunità di Medium come Shawn White e Todd Hannula. Questo dibattito ha aiutato l’organizzazione 826 Valencia ad avvicinarsi al suo obiettivo di raccogliere 250.000 dollari per costruire un nuovo centro culturale e ricreativo per ragazzi nel quartiere di Tenderloin.

Quando la storica rivista Mother Jones ha realizzato un’inchiesta innovativa sul vero costo economico della violenza da armi da fuoco, i redattori hanno scelto di pubblicare su Medium il testo completo del rapporto, con l’intenzione di sollecitare all’azione. Pochi giorni dopo, il Senatore Chris Murphy ha risposto su Medium con una promessa:

«Presenterò questo nuovo rapporto al Senato il prima possibile»

Potremmo citare anche l’esempio del segretario al Lavoro Tom Perez, che scorrendo la homepage di Medium ha notato un articolo dell’Huffington Post con un’analisi della politica di congedo parentale illimitato di Netflix e ha colto l’occasione per proporre una legge nazionale sul congedo retribuito, dopo aver espresso però una convinzione condivisa da molti:

«Ora possiamo sentirci ancora più a posto con la coscienza quando guardiamo House of Cards e Orange is the New Black.»

Le conversazioni distribuite come queste stanno formando un nuovo livello di interazione per i contenuti professionali: un livello dove la riflessione e la ragione hanno la meglio sui toni rancorosi tipici di tante sezioni dei commenti in rete; dove chiunque può scrivere e contribuire alla pari con grandi testate giornalistiche; dove i singoli individui e le pubblicazioni possono trarre vantaggio reciproco dalle loro idee e dalla loro capacità di influire; dove, insieme, stimolano il pensiero a fare progressi reali nel mondo.

Aprendo il proprio network a chiunque pubblichi già altrove, Medium ha reso facile sia ai blogger che alle pubblicazioni indipendenti e alle grandi testate commerciali costruire una presenza significativa su Medium e accedere a una comunità di lettori e scrittori attenti e influenti – preziosi non per le visite e i clic, ma per le loro idee.

Oggi, siamo lieti di annunciare come nuovi content partner The Awl, Discovery Communications, Fusion, How We Get To Next di Steven Johnson, Mic, MSNBC e Travel + Leisure di Time Inc.

Molti di questi grandi nomi stanno già utilizzando Medium e nelle prossime settimane li vedrete utilizzare i nostri nuovi strumenti per incoraggiare la conversazione su interessanti iniziative per i contenuti originali e distribuiti.


Naturalmente, per chi si guadagna da vivere con la scrittura, la capacità di fare soldi non è una considerazione secondaria.

Nel condurre varie premiate campagne native su Medium con partner di alto livello come BMW, GE, Microsoft, Marriott e Intel, abbiamo visto che i lettori su Medium amano i contenuti di qualità prodotti a livello professionale, da qualunque fonte provengano – anche dalle partnership con i marchi.

Per questo stiamo iniziando a sviluppare nuove soluzioni pubblicitarie native e modelli di contenuti a pagamento che possano aiutare scrittori professionisti, blogger e testate giornalistiche a generare ricavi su Medium, grazie al seguito e al coinvolgimento del pubblico che hanno saputo costruire e ai contenuti intelligenti che sanno creare.

Nei prossimi mesi vi daremo altri dettagli sugli obiettivi di monetizzazione. Di una cosa potete stare certi: terremo sempre al centro di tutto l’esperienza, le esigenze e i diritti dei nostri utenti, oltre a un continuo impegno a sostenere le conversazioni intelligenti, il rapporto profondo con il pubblico e le storie e idee di alta qualità che hanno sempre contraddistinto Medium.