Ecco perché dovresti usare la App di Medium per iOS

Abbiamo aggiunto alcune importanti novità alla nostra app per iOS. Se hai un iPhone e stai ancora leggendo e scrivendo su Medium dal browser, ecco quattro motivi per passare alla app.

Scrivere

Prendi Mike. Un giorno, Mike se ne sta seduto sull’autobus a guardare fuori dal finestrino, osservando gli edifici che scorrevano via uno dopo l’altro. All’improvviso, ha un’illuminazione su come il futuro del web design è nascosto nella storia dell’architettura. Continuano a venirgli in mente sempre più prove a sostegno della sua teoria, ma gli serve un modo per annotare queste idee prima di dimenticarsene! Per fortuna, ha la app di Medium sul suo telefono e può annotare tutto quello che gli viene in mente e pubblicarlo in un post, prima che sparisca di nuovo nell’etere.

Taggare

Ovviamente a Mike farebbe piacere che altri appassionati di architettura o di web design si uniscano alla conversazione. Così aggiunge qualche tag per rendere il suo post più facile da trovare e collegarlo agli argomenti giusti.

Rispondere

Dopo una lunga giornata nel suo studio di architettura, Fred è sul treno verso casa e sta cercando qualcosa di buono da leggere. Apre l’app di Medium e cerca gli articoli con il tag “architettura”. La prima cosa che gli viene fuori è quel pezzo assurdo di Mike su come il futuro del web design è nascosto nella storia dell’architettura. Fred lo legge e pensa: ma è tutto sbagliato! Si infuria proprio. Che fare? Starsene lì seduto a mugugnarci sopra tra sé e sé, fin quando arriva a casa? Nemmeno per idea. Può scrivere una risposta direttamente dal post di Mike, in fondo alla pagina.

Evidenziare

Elizabeth sta uscendo dal suo studio di web design, quando le si illumina il telefono. Fred, il suo amico architetto facilmente irritabile, ha appena pubblicato una risposta alla teoria assurda di Mike. Interessante. Dopo aver letto entrambi i messaggi, Elizabeth si schiera con Mike: il suo post contiene valide osservazioni che lei può evidenziare direttamente all’interno della app. Mike, che si sentiva un po’ giù dopo la brutale confutazione pubblicata da Fred, riceve una bella e-mail che lo informa che Elizabeth ha evidenziato dei brani del suo post, e si sente molto meglio e più in pace con il mondo.

È semplice: Medium funziona meglio nella app. Puoi scaricarla qui.


P.S. Per la famiglia Android: non ci siamo dimenticati di voi! La vostra app è in arrivo! Promesso!

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.