MILANO secondo Antonio Scaburri

Denise Frigerio
Oct 8 · 3 min read

Il racconto di una città funzionale, energetica, viva, ricca di eventi, talvolta poco amata, ma in realtà bellissima da visitare (anche a piedi)

Nome Antonio

Cognome Scaburri

Età 52

Professione Flower interior décor designer

Vivo a Milano da 42 anni

Come ti possiamo raggiungere? IG elfogentile — FB Antonio Scaburri

Il mio luogo segreto La chiesa di Sant’Eustorgio, un luogo davvero magico, silenzioso e piena di storia…

Il negozio preferito dove fare shopping? Difficile dire quale sia il mio negozio preferito, Milano offre molto e in molto variegato. Ma ci sono ancora piccole mercerie dove spesso mi reco per cercare bottoni o gomitoli di lana…

Il mio ristorante del cuore La piccola cucina in viale Piave 17, davvero una chicca per Milano, 6 tavoli, ambiente e atmosfera davvero unici con un servizio eccellente

La ricetta milanese per eccellenza Il risotto allo zafferano con l’ossobuco, ma per altri è sicuramente il panettone

Quando voglio divertirmi vado a… quando ero giovane su tutto e tutti non mancava mai Plastic, luogo unico degli anni Novanta, di sicuro oggi se voglio divertirmi vado alla Balera dell’ortica

Il luogo dell’infanzia I giardini Montanelli

Quando vuoi descrivere la città dove vivi ad uno straniero, come la racconti? Milano oggi è una città molto funzionale, ricca di eventi anche piccoli, ma di spessore. La racconto come una città dove ti puoi sdraiare in un parco a leggere un libro, un bar dove fare una colazione in serena tranquillità e leggere il giornale, dove puoi trovare teatro, musica jazz, musica in generale. Una città viva. A volte a mio parere poco amata, ma di sicuro una città bellissima da visitare

Una passeggiata a Milano da dove deve passare? Milano non è una grande città e là si può visitare anche girandola a piedi, partendo dal Duomo fino al Cenacolo, facendo poi il giro dei Navigli, passando tra le colonne di San Lorenzo, senza tralasciare le vie di Porta Venezia per osservare i magnifici palazzi come Villa Invernizzi o Villa Necchi….

Se ti traferissi in un’altra città, qual è la cosa di cui non puoi fare a meno che vorresti portare da Milano? Dirò una cosa strana, ma a volte Milano ha un’energia particolare dettata dalla sua frenesia insita che, anche se non sempre, è coinvolgente. Milano è una città che ti insegna ad avere una tua personalità, ti insegna a essere fermo su te stesso e costruire il tuo sogno… Milano per me ha questa capacità ed è quello che porterei con me

E invece che cosa porteresti a Milano da altri luoghi? Porterei le piste ciclabili di Copenhagen (uniche nel loro genere). Il mix di modernità e cultura antica di Hong-Kong (purtroppo non quelli di oggi), e sì… il profumo delle conifere del Trentino

L’abitudine tipicamente milanese a cui non puoi rinunciare? L’abitudine tipica milanese è l’aperitivo, di cui io non sono un estimatore…. amo di più una cena tra amici. Sicuramente non potrei rinunciare al teatro, Milano ha una buona offerta ed è un modo per trovarsi e ritrovarsi..

Hic + Nunc

Un reportage in tempo reale dell’Italia contemporanea e del nostro stile di vita. Hic+Nunc è un progetto editoriale che racconta il territorio attraverso le parole e gli indirizzi dei suoi abitanti. Diretto da Anna Prandoni. #hicetnuncoff

Denise Frigerio

Written by

Giornalista di fatto, problem solver per vocazione.

Hic + Nunc

Un reportage in tempo reale dell’Italia contemporanea e del nostro stile di vita. Hic+Nunc è un progetto editoriale che racconta il territorio attraverso le parole e gli indirizzi dei suoi abitanti. Diretto da Anna Prandoni. #hicetnuncoff

Welcome to a place where words matter. On Medium, smart voices and original ideas take center stage - with no ads in sight. Watch
Follow all the topics you care about, and we’ll deliver the best stories for you to your homepage and inbox. Explore
Get unlimited access to the best stories on Medium — and support writers while you’re at it. Just $5/month. Upgrade