I miei interessi stories: Franca Sozzani

L’era dell’immagine.

“Vendiamo un sogno, perché siamo una rivista; ma siamo anche noi il sogno, no?”

Franca Sozzani, l’attuale direttrice di Vogue Italia, appena premiata ai Fashion Awards 2016, gli Oscar della moda inglese.

“Penso che la moda sia davvero un ottimo mezzo, e che se usato nella maniera giusta, può parlare a chiunque. Scherzando, dico che ho inventato io Instagram 25 anni fa, perché parlavo solo attraverso le immagini. D’altronde, quante persone parlano italiano? Nessuno. Quindi, le immagini sono l’unico mezzo in cui si può comunicare con chiunque”

La fotografia per parlare al mondo intero. Le immagini come mezzo di comunicazione universale. Oltre gli abiti, attraverso la cultura, per raccontare il posto in cui viviamo, i movimenti sociali e economici.

Entrata quasi per caso nel glitterato mondo della moda, dopo un percorso di studi diverso da quella che poi è stata la sua carriera, che però le è stato utile ad applicare una visione eclettica e aperta per creare una versione dello storico magazine che non si occupasse solo di moda.

Franca Sozzani è infatti l’unica tra tutti i direttori delle varie edizioni di Vogue che tiene un proprio blog sul sito, che utilizza spesso come forum per discutere di alcune questioni e delle controversie che le sue scelte editoriali suscitano a volte tra i lettori.

“Non penso a cosa potrebbe rendere diverso il mio magazine, ma a come fare un buon numero, qualcosa che rimanga impresso nella memoria delle persone. E comunque, io uso la moda! Uso quello che tutti gli altri usano. Più o meno, uso le stesse ragazze che usano anche gli altri. In questo senso, sono molto politically correct, ma d’altro canto penso che si possa usare la moda in maniera diversa”.

Dalle modelle coperte di petrolio, a denunciare il cambiamento climatico, alla chirurgia estetica. Immagini di ogni tipo sono apparse sulla copertina di Vogue Italia da quando è Franca Sozzani a dirigerlo.

“Qualsiasi argomento può entrare a far parte della rivista”
“Pensiamo sempre che la moda sia qualcosa di superficiale, diciamolo pure. È un peccato, perché la moda può avere moltissimi modi per esprimersi. Non riguarda solo gli abiti, non c’entra un singolo vestito. Se fosse soltanto questo, sarebbe noioso”

Franca Sozzani è da sempre stata promotrice dell’idea che un giornale glamour non solo possa, ma debba tener conto, e raccontare, attraverso le sue evoluzioni, le evoluzioni stesse del mondo, raccontando gli interessi e i cambiamenti della società attraverso il suo modo di porsi, attraverso la moda.