I miei interessi stories: Francesca Schiavone

La resa non è un’opzione possibile

Francesca Schiavone, leggendaria tennista italiana è pronta per le qualificazione del primo slam dell’anno: gli Australian Open 2016.

Una carriera incredibile quella della di Francesca: diventa migliore giocatrice italiana per la prima volta nel 2003, interrompendo il “regno” di Silvia Farina Elia, che si aggiudicava il titolo ininterrottamente da metà degli anni ’90. Nel 2010 vinse a Barcellona il suo terzo titolo Wta ma soprattutto, finalmente, trionfò al Roland Garros conquistando il suo primo titolo Slam. Prima donna italiana a riuscire nell’impresa.

“Quando ho chiamato papà mi ha detto: “Per quanto mi ricordo, non hai passato un solo giorno senza pensare a questo traguardo. Tutte le mattine ti sei svegliata per lavorare per questo sogno.”

Francesca ha 35 anni ed è reduce da un 2015 un po’ fiacco, sembrava aver perso se stessa, ma l’ipotesi di ritirarsi è fuori questione, anzi.

“Oggi scelgo, per il 2016, di voler fare cose straordinarie. Voglio il record dei grand slam giocati, 62 consecutivi, e giocare anche i tornei piccoli, con lo zainetto in spalla”

Gli obiettivi di Francesca per il 2016 sono chiari: ritrovare se stessa, amarsi ed essere la rivale di Serena Williams.

“Datemi Serena… Non mi ritiro, voglio un grande 2016. Dopo aver realizzato un sogno devi essere bravo a crearne un altro. E per far questo devi volerti bene, amarti”

Francesca Schiavone ci ha mostrato che la difficoltà di scoprire chi sei è pari solo alla difficoltà ricordarselo ogni giorno. Ha fatto del suo interesse tutta la sua vita, ha realizzato i suoi sogni, ma soprattutto continuerà a farlo.

Bee Free per Conto Facto

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.