VISION: Se non sai chi sei, non sai dove andare

La Vision è il primo passo per ogni azienda.

La Vision e i 5 fattori:

La Vision dovrebbe nascere spontanemente dalla risposta alle domande:

  1. “Chi sono io (Vision) ?
  2. Cosa voglio realizzare attraverso la mia azienda (Mission)?”

Con le risposte a queste due domande la Vision dovrebbe nascere in modo spontaneo e naturale.

Ma ci sono almeno 5 fattori che ne facilitano la visualizzazione che facilitano la stesura della vostra Vision:

a) Innanzitutto la Passione.

Sii sempre perseverante. La perseveranza funziona se non pesa e non è intesa come un sacrificio, ma è portata avanti con il naturale piacere di scoprire ed approfondire perché si seguono temi di interesse personale, che rispondono a particolari valori e motivazioni. Quali sono le tue aspirazioni per il futuro a medio/lungo termine?

b) Le Radici.

Quali caratteristiche ti differenziano dai tuoi competitors? Qual è il tuo talento? Valuta quale percorso hai fatto sino ad ora e per cosa ti sei contraddistinto e quali sono i cambiamenti da apportare per migliorarti sempre di più;

c) I trend del momento.

Quali sono le novità e/o la loro relazione con questo momento storico e la tua posizione rispetto ad essi? Ricorda che è fondamentale conoscere le richieste del tuo settore e soprattutto dei tuoi clienti, prima di ciò che a te piace.

d) L’ ambiente circostante.

Come incidono le tue relazioni con le persone e lo spazio in cui ti trovi in questo momento rispetto alle tue aspirazioni? Nelson Mandela diceva : “It always seems impossible until it is done”

e) Il mix di tutto ciò.

Sta nell’equilibrio dei precedenti fattori, ma anche nella capacità di intraprendenza, del guardare fuori dagli schemi . La prospettiva non abituale, ma creativa, alternativa, spesso è la chiave della realizzabilità del tuo sogno. Come dice un vecchio proverbio: “La fortuna aiuta gli audaci.”

I can be everything

“What you focus on, you become” : Visualizza il tuo successo

Nello sport i grandi campioni prima di vincere visualizzano a lungo la propria vittoria . Non hanno paura di sognare in grande!Con la visualizzazione la loro mente e predisposta a farlo senza timori!

Guarda ad es. i tips della public speaker Alexa Fischer.

La differenza la fanno le nostre azioni più che le nostre parole ed ogni percorso è conseguenza delle proprie aspirazioni. Per questo è importante come esercizio mensile mettere nero su bianco come ti pensi e ti vedi da qui a 3 anni.

Scrivi la tua vision aziendale
E’ fondamentale identificare la Mission e la Vision

E’ fondamentale quindi identificare inizialmente la propria Missione e la conseguente Vision personale ed aziendale.

Immagina un breve piano di azione fatto di 6 milestone, ossia uno “gradino”ogni 6 mesi.

Questo percorso così strutturato può permetterti di dare un focus alle tue aspirazioni migliorando il benessere anche nella tua vita personale.

Così facendo puoi valutare quali possono essere le tue priorità ed impegnando le tue energie per il conseguimento di certi risultati ed obiettivi. In un periodo di 3 anni si può riuscire, con azioni, storytelling e networking efficace ad immergersi in un settore per analizzarlo e comprenderlo meglio.

Di conseguenza diventa più facile capire anche in quale “nicchia” o particolarità ci si preferisce specializzare e qual è il proprio settore di riferimento.

In questa fase:

il 1° anno è quello del pieno investimento;

il 2° anno permetterà di incontrare i primi risultati se si è stati produttivi;

il 3° anno può quindi diventare quello del consolidamento e del riconoscimento per ciò che abbiamo come esperienza in quel settore.

Quest’ ultimo passaggio ci consentirà di fare un’ulteriore analisi di come siamo e dove in quel momento, ma anche è soprattutto dove vogliamo andare da lì ad un determinato lasso di tempo e ciò che dobbiamo o vogliamo cambiare. Questo vale sempre la pena di tenerlo in considerazione, per non crearsi degli inutili limiti e delle azioni di conseguenza limitanti.

Vision

Per approfondimenti:

La visita al sito di “Business Model You

I tips della public speaker Alexa Fischer

www.ted.com : Conferenze e/o brevi interventi da cui prendere spunto