Lingotto, Di Giorgi: la cultura fa crescere

Rosa Maria Di Giorgi al seminario Cultura del Lingotto

“Con il Governo Renzi abbiamo riportato la cultura al centro, come elemento di sviluppo e rilancio del Paese”. Non ha dubbi, Rosa Maria Di Giorgi, vice presidente del Senato e membro della Commissione Cultura e Istruzione di Palazzo Madama.

“Un percorso di riforme che prosegue anche con il Governo Gentiloni — riconosce la senatrice del Pd_-, e infatti stiamo lavorando sulla nuova legge per lo spettacolo dal vivo. Dopo la riforma del cinema, ispirata al modello francese e approvata con il Governo Renzi, sarebbe il secondo grande intervento sulla cunltura. Riforme attese da 50 anni e ora divenute realtà”.

Il lavoro del Pd non si è fermato a questo, perchè negli ultimi anni la cultura ha ripreso centralità, è diventata nuovo volano di crescita su cui investire.

“Abbiamo trovato fondi per Pompei — spiega Rosa Maria Di Giorgi — , per tutelare questo patrimonio dell’umanità e renderlo più fruibile e non dimentichiamo i provvedimenti sull’Art bonus del ministro Franceschini”.

Solo alcuni spunti del grande lavoro svolto da Governo Renzi, con un percorso di riforme che sta cercando di portare avanti anche l’attuale Presidente del Consiglio. C’è chi ha detto che “con la cultura non si mangia” per Matteo Renzi e il Pd, la cultura è tornata al centro dell’attenzione e si riparte proprio dal Lingotto per riannodare i fili delle riforme e rilanciare l’Italia.