ALLE RIMSKE TERME RELAX E BENESSERE NEL VERDE

foto tratta dal sito www.rimske-terme.it

In Slovenia di acque termali se ne intendono sul serio. Lo dimostra una storia lunga millenni. Già i primi, antichissimi abitanti della regione conoscevano i poteri terapeutici e benefici delle fonti termali locali. A loro volta i romani, che colonizzarono la regione nel I secolo a.C., scoprirono presto la qualità delle acque slovene, e iniziarono a sfruttarle. Ne sono una prova, ad esempio, le piscine con acqua calda e fredda realizzate nel 39 a.C. dove oggi sorgono le Rimske Terme; questo sito era addirittura dedicato a Valetudo, la dea della salute figlia di Asclepio.

E in effetti le Rimske Terme sono proprio un eccellente esempio della storia d’amore tra la Slovenia e le sue terme. Già note alla fine del Medio Evo, nel XIX secolo queste terme, a una ventina di chilometri da Celje, conobbero un vero e proprio boom. Merito di un commerciante triestino, tale Gustav Adolf Ulrich, che le acquistò per la moglie Amalia, ben consapevole di quanto giovassero alla salute. Quella di Ulrich fu una mossa davvero azzeccata: le Rimske Terme divennero presto meta di un turismo della salute ante litteram: aristocratici, intellettuali e persino membri di famiglie reali visitavano queste terme dalle acque rinomante, per guarire da acciacchi e indisposizioni, e rilassarsi un po’. Non avevano torto, gli aristocratici: l’acqua termale delle Rimske Terme è una delle migliori, quanto a elementi chimici benefici per la salute.

foto tratta dal sito www.rimske-terme.it

Basta citare qualcuno dei frequentatori delle terme per dare un idea della popolarità di cui godevano già allora le Rimske Terme: fecero tappa lì la principessa prussiana Vittoria, una delle sorelle di Napoleone, l’imperatore Ferdinando I, lo scrittore austriaco Franz Grillparzer e il suo collega serbo Vuk Karadžić. La fama delle Rimske Terme andò crescendo sino al termine della seconda guerra mondiale, quando furono trasformate in un centro benessere per gli ufficiali militari dell’esercito di Tito. Oggi le Rimske Terme sono tornate a essere patrimonio degli sloveni e di tutta l’umanità, e chiunque può godere delle loro acque straordinarie.

Secondo quanto si può leggere nel sito delle Rimske Terme, l’acqua termale delle sue due sorgenti contiene, tra i tanti elementi, potassio, zolfo, bicarbonato, magnesio, boro e selenio; si tratta di un’acqua calda (tra i 36° e i 38°), che sgorga da una profondità di oltre mille metri, utile contro malattie reumatiche, ortopediche, polmonari, gastrointestinali, dermatologiche ecc… Ma a far bene, oltre all’acqua in sé, è l’ambiente in cui le Rimske Terme sono immerse: la valle di Rimske Toplice, con le sue splendide colline boscose, dove ci si può imbattere in tassi, cedri, hiba e persino sequoie giganti; alberi maestosi, che proteggono la valle dai venti e dal freddo, e le conferiscono un’aria magica!

foto di Tomo Jeseničnik www.slovenia.info

In realtà tutta la regione della Savinja è un territorio quasi idilliaco, perfetto per il relax e la salute. Verde, verdissima, è uno scrigno che contiene gemme come la Logarska dolina, valle alpina di origine glaciale famosa per la cascata Rinka, i boschi e dei fienili che sono veri e propri capolavori. Da vedere, poi, è Celje, la “città dei principi e dei conti” che ha dato alla Slovenia una delle dinastie più influenti della sua storia, quella appunto dei Celje, imparentati persino con la famiglia imperiale dei Lussemburgo. Simbolo di Celje è un castello che sembra tratto da un episodio de “Il trono di spade”; con le sue mura e le sue torri domina dall’alto la cittadina, come un falco sul punto di spiccare il volo.

Insomma, chi vuole rilassarsi per qualche giorno alle Rimske Terme trova quello che cerca: piscine termali interne ed esterne, vasche con idromassaggio, un centro saunistico unico con sauna romana, finlandese, turca e a infrarossi, un centro benessere e uno di bellezza. Chi ama il fitness o i massaggi non ha che l’imbarazzo della scelta, e chi vuole concedersi una bella passeggiata nel verde non ha che da mettersi in cammino. Alle Rimske Terme poi si mangia (e beve) bene, grazie a due ristoranti, a una caffetteria e a un lounge bar.