È lo sguardo dell’artista a fare il bello

Una panoramica del femminile di Truffault

Penso che a molti sia capitato di manifestare apprezzamenti e addirittura innamoramento per una qualche effige cinematografica sia maschile che femminile per poi rimanere delusi o disorientati nel vederla in una circostanza diversa.

È quello che è capitato sistematicamente a me di fronte alle riprese di certi registi che hanno saputo esprimere nell’immagine degli attori il proprio innamoramento.

Soprattutto la capacità di cogliere il gesto, il piccolo tic, il retro pensiero nell’espressione proprio come farebbe un innamorato nel guardare la persona che l’ha rapito, lo stupore con cui un bimbo guarda la madre e ne coglie le forme senza pensarle.

In particolare chi mi ha insegnato questa capacità per primo è probabilmente stato François Truffault. Le sue donne sono sempre state celebrate come qualcosa di molto particolare. Oltre alla capacità nello scegliere le attici, quello che ha saputo fare meglio di altri è stato, non tanto esaltarne la bellezza come molti fotografi hanno potuto o le espressioni migliori, ma svelarne l’anima attraverso la forma. Trasformare momenti apparentemente insignificanti in trame consumate in pochi secondi.

Ho selezionato per spiegarmi meglio un po’ di foto tratte dai suoi film, ma anche molte immagini rubate sui set dalle quali si può individuare, non solo l’attenzione profonda che esprimeva verso le sue attrici, ma soprattutto il coinvolgimento con il quale queste guardavano a lui, la manifestazione di un interesse e passione per la sua intelligenza e l’empatia estetica.

Nello sguardo di un artista come Truffault si comprende il perché della fama di una Gioconda e probabilmente anche la profonda differenza fra quel l’idea di bellezza è quella grossolana che invece trasuda da ogni dove nei media dei nostri anni.

Non si tratta di apprezzare la bellezza della donna, ma saperla fare vedere a lei attraverso lo sguardo perché così possa (sempre che lo sappia fare – e non è poco) finalmente innamorarsi di se stessa arricchendo la propria immagine al di là delle insicurezze e delle adulazioni.

La bellezza, anche nell’innamoramento, è sempre un momento di apprendimento, di insight e di crescita personale che conserverai anche quando tutto si attenuerà.

Vedi anche La ricerca della bellezza