100 anni fa finiva la «Grande guerra) 1915 /1918 …

In questi giorni ricorre il Centenario della fine della Grande Guerra del 1915 – 18 .

Mi ricorda mio padre che 100 anni fa i miei due Bisnonni – Giovanni Chisotti e Giuseppe Bertorello , essendo scampati al Massacro di un milione di uomini contando solo i soldati dell’esercito Italiano, si preparavano al intorno a casa dopo 3 anni di trincea.

Giovanni come sergente di Artiglieria campale, croce di guerra al valor militare, scelto per le sue qualità, essendo stato campione assoluto Piemontese di sollevamento pesi nel 1911, portava un cannone intero sulle spalle da solo!

Giuseppe anche lui sergente degli Arditi Alpini, medaglia d’argento per le 11 ferite subite, e per aver sgominato da solo un folto gruppo di tedeschi che si erano rifugiati in una spelonca, che è riuscito a catturare senza spara un colpo intonando loro di uscire, conoscendo il tedesco e fingendo d’essere assieme ad altri suoi commilitoni!

Anche se « mai più guerre « perché non hanno Giustificazioni alcuna, il ricordo delle Origini é importante perché senza ricordo si muore due volte, anzi, senza ricordo si muore cento volte, e per sempre. Posso sicuramente essere fiero dei miei nonni, e mia figlia dei suoi bisnonni, senza di loro noi non esisteremmo, soldati tanto valorosi da essere premiati, tanto fortunati da essere sopravvissuti. Io mi chiamo Marco Giovanni Giuseppe e porto con me i loro nomi… così per me un pensiero per loro oggi è ancora più importante.

Oggi questo ricordo non emerge più tra i giovani sembra siano troppo lontani, ma bisogna al contrario ricordarlo anche a loro. Grazie a Giovanni ( detto Giuanin ) e Giuseppe (detto Gepu) e per tutti coloro che hanno permesso a noi ora di esistere.