Cogliendo nell’attimo sguardi

Fulminee occhiate colte al volo.

Ce ne sono che cambiano in meglio le giornate, sono oltre quelle descritte nei più bei libri o quelle che bravi attori sanno portare in ed oltre la scena.

Ci sono sguardi che sono il contraltare di ingiustizie, prepotenze, rancori, solitudini, sono ricchezza portata a chi attento la incontra.

Quando ne incrocio il mio cuore balza felice. Nulla di più bello degli sguardi puri e profondi, allegri o malinconici che siano, pensosi o spensierati. La loro essenza è ciò che conta, vibrano con la musica della bontà.

Penso spesso a due, quattro, sei, otto… occhi giovani e so che da quelli è nato e crescerà molto. Vedo gemme di fronte a me e, per quel che mi sarà dato, le proteggerò con semplici soffi d’amore, offrendo, se richiesta, la forza della mia età, della mia forma di donna.

Dal mio canto sapere di nuove gemme rende i giorni pregni di significato e speranza.

Like what you read? Give Cristina Merlo a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.