Consapevolezza coscienza ipnosi: la dissociazione quale atto d’origine dello stato mentale della trance.

Esistiamo attraverso un atto di consapevolezza che ci da coscienza del nostro Sé.

Ciò che diamo per scontato ogni giorno della nostra vita svegliandoci dal sonno è un profondo atto distintivo del nostro Sé che emerge dall’inconscio.

Attraverso un complesso atto di distinzione, la memoria della nostra identità, noi ogni giorno ci ritroviamo nella nostra vita, non in una vita, ma nella nostra specifica esistenza.

Ma cosa ci rende capaci di tale esperienza?

Noam Chomsky parla di continuità cognitiva, indicando la nostra capacità di auto riconoscimento malgrado i continui cambiamenti a cui siamo sottoposti, le multiformi sensazioni, emozioni, pensieri, esperienze, astrazioni.

In fondo noi ogni giorno facciamo decine e decine di esperienze differenti, ma magicamente il nostro Sé domina su tutto riportandoci ogni volta in noi, nella nostra identità.

Studiando in modo semplice l’operazione che è alla base della nostra identità possiamo renderci conto che è un atto di consapevolezza attraverso la coscienza di un Sé.

La memoria autobiografica, la nostra storia, le sensazioni ed emozioni corporee, la nostra consapevolezza, ci mantengono la persona che siamo.

A tale complessa esperienza si aggiunge la nostra capacità empatica, la nostra abilità di immedesimazione in Sé differenti.

Mi dissocio e divento consapevole di comportamenti azioni e pensieri che guidano in diverse esperienze.

Questa specifico abilità è in grado di modificare in noi i nostri Sé, corporeo, emotivo, autobiografico, relazionale e spirituale.

L’ipnosi, come processo di auto consapevolezza, ci permette di lavorare a livello conscio ed inconscio sulle parti che compongono la nostra identità.

L’ipnosi costruttivista prendendo in considerazione il lavoro di Fritz Perls padre della Gestalt e lo psicodramma Moreniano, ha sviluppato un metodo, chiamato semplicemente “Gioco delle parti”, che permette l’estensione consapevole dei nostri Sé a nuovi sistemi adattati di coscienza.

Cambiare è prima di tutto un’esperienza che possiamo agire solo se ne abbiamo consapevolezza, la dissociazione guidata in stato di trance ci permette di prolungare tale esperienza.

La nostra continuità cognitiva ci permette di mantenere il nostro Sé pur sperimentando Sé differenti.

Percepiamo per differenze, distinguiamo per comparazioni, esistiamo per coscienza, sperimentiamo la specifica esperienza di un Sé che si impone su tutti gli altri Sé possibili, consci ed inconsci, restituendoci la nostra coscienza consapevole.

Sabato 8 e domenica 9 settembre la SIC, scuola di ipnosi costruttivista organizza, all’interno del percorso di Ipnosi e Counselling, un seminario sulla Gestalt ed il gioco delle parti.

Per informazioni cell 3356875991 mail info@ipnoanalisi.it sito www.ipnoanalisi.it.

Like what you read? Give Marco Chisotti a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.