Ibiza 14 luglio

@antonellomusso
Jul 18, 2017 · 1 min read

Ibiza, 14 luglio

Caracollando per il paseo di Santa Eularia con il vero Panama made in China sulla testa per ripararmi dal sole infuocato, incontro una amica che non vedevo ormai da dieci anni.

Sinceri convenevoli di rito, baci, abbracci.

Torniamo un po’ indietro nel tempo (sono purtroppo in quell’età in cui si iniziano i primi bilanci) e parliamo dei suoi genitori, dei miei e di tutti gli amici comuni che ci hanno preceduto sul lungo sentiero. Ma soprattutto si torna al sogno di suo padre, al suo innamoramento dell’isola e del suo desiderio di iniziare qui una attività artigianale, «una scommessa per gli anni ’80 –ricorda– quando commercialmente Ibiza era appena agli albori». Torno con la mente a quelle chiacchierate fatte alla sera, io e lui appollaiati sul corrimano del passeggio davanti al suo locale, mentre fumava una sigaretta ed io la pipa:

«Ibiza ti guarda dentro — diceva — e ti mette a confronto con le tue paure, i tuoi bisogni, le tue certezze. Non puoi sfuggirle: il re è nudo. Puoi accettarla o puoi scappare da essa rompendo il magico specchio per inseguire altre illusioni. O la ami o la odi».

Dopo più di vent’anni di periodi trascorsi qui ne ho avuto spesso la conferma: ti plasmi ai suoi ritmi lenti e sicuri, alle stagioni, alle maree; ritorni ad un passato o vai verso un futuro antico.

Per alcuni.

Non per tutti.

Interferenze Quotidiane

Materiali di Ricerca dell’Istituto per lo Studio degli Stati Mentali. Prospettive del mashup culturale e scientifico.

    @antonellomusso

    Written by

    Interferenze Quotidiane

    Materiali di Ricerca dell’Istituto per lo Studio degli Stati Mentali. Prospettive del mashup culturale e scientifico.