Costanza Battistini
Jan 7 · 3 min read

Ogni materia può essere oggetto di esaltazioni e contestazioni ma come l’ipnosi, forse, poche.

Chi ha sfruttato alcune sue applicazioni donandole vesti più specifiche, è probabile che in questo momento stia pensando di inventarsi qualcosa di nuovo mentre chi, come me, è rimasto fedele alla vastità dell’argomento, sta ancora cercando il modo per esprimere i dettagli di uno sconfinato tutto.

Ho anch’io beneficiato di certe tendenze ma ho sempre sostenuto, in ogni situazione e circostanza, il gigantesco potenziale dell’immaginazione umana.

Ho accompagnato in trance persone che desideravano connettersi con entità divine e le ho deluse nel momento in cui, alla pretesa di una condivisione di idee, affermavo che un aldilà potrebbe anche non esistere.

Mi sono appassionata nel guidare in epoche lontane uomini e donne alla ricerca della loro identità, nonostante posizioni per certi aspetti lontane: loro cercavano tracce di una vita già vissuta, io la costruzione di una vita possibile.

Ho ascoltato decine di storie e la cosa che ho capito è che non ce n’è una uguale ad un’altra, non esistono interpretazioni univoche dei fatti e, se non ne tieni conto, è facile cadere nel pregiudizio.

Se c’è un merito indiscusso nella pratica dell’ipnosi è l’ampiezza di vedute alla quale ti costringe.

Da lì nulla appare più allo stesso modo: teorie, metodi, supposizioni, regole, sono soltanto possibilità.

Considero questa condizione una grande ricchezza che mi permette di esplorare senza sosta e mi mette in guardia dagli accaniti proselitismi.

Fino a poco tempo fa le persone che chiedevano l’ipnosi cercavano un metodo per comprendere e progettare la propria vita, ora pretendono la soluzione immediata ai loro problemi, possibilmente senza assumersi la responsabilità della scelta, ancor meno l’impegno del cambiamento.

L’ipnosi è considerata l’ultima spiaggia, quella cosa che, dopo avere fallito tutto il resto, deve compiere il miracolo, preferibilmente in un’unica seduta. Perché sennò che miracolo è?

Sto anch’io cercando il prodigio che renda il mio messaggio accattivante e riconoscibile.

Una volta si diceva (qualcuno lo dice ancora, credo) che per avere successo bastasse individuare l’eccellenza dell’ambito interessato e copiarla. Insomma, fingere per diventare.

Chi pensò questo metodo si mise fisicamente in contatto con l’eccellenza per coglierne quanti più dettagli possibile, per vivere il suo ambiente, conoscerlo!

Ora di personaggi che si vantano del proprio successo il web (ovvero il mondo) è pieno: a vent’anni hanno trovato la strada, sviluppato la loro idea originale e diventati esageratamente ricchi.

La loro comunicazione è incalzante, se ti soffermi a leggere un loro post in un luogo qualsiasi dell’etere diventi un affiliato. Niente più prove di coraggio o abilità: per entrare nella famiglia basta un click.

Qualunque sia l’ambito che vorresti sviluppare, il loro metodo funzionerà.

Non pongo dubbi sulla veridicità di questi messaggi, non ho elementi per farlo e per di più, come ho detto, sono possibilista. Per questo vengo dapprima affascinata, poi tento di agire come ho sempre fatto, cercando di individuare una logica che mi permetta di capire, ma gli elementi sono troppi, alcuni espressi in un linguaggio che non comprendo e alla fine sono obbligata ad arrendermi.

Gli esperti la sanno dire meglio di me non c’è dubbio, anche se li trovo troppo ridondanti, in una polarizzazione di conoscenza che mi provoca nausea.

A questo punto sono costretta a fermarmi, assalita da un senso di inadeguatezza che non mi fa trovare contenitori adatti ai miei contenuti né individuare un profilo per la sostanza delle mie argomentazioni.

Se trovate un format che vi piace chiamatemi: sono sicura di avere ancora qualcosa da dire.

Interferenze Quotidiane

Materiali di Ricerca dell’Istituto per lo Studio degli Stati Mentali. Prospettive del mashup culturale e scientifico.

Costanza Battistini

Written by

http://www.ipnotizzando.it

Interferenze Quotidiane

Materiali di Ricerca dell’Istituto per lo Studio degli Stati Mentali. Prospettive del mashup culturale e scientifico.

Welcome to a place where words matter. On Medium, smart voices and original ideas take center stage - with no ads in sight. Watch
Follow all the topics you care about, and we’ll deliver the best stories for you to your homepage and inbox. Explore
Get unlimited access to the best stories on Medium — and support writers while you’re at it. Just $5/month. Upgrade