BIANCA COME IL LATTE, ROSSA COME IL SANGUE

di Alessandro D’Avenia

Il romanzo d’esordio dell’ormai affermato scrittore, parla dei primi palpiti dell’amore, dei primi fraintendimenti e delle prime insormontabili difficoltà che la vita ci pone davanti. La storia è raccontata in prima persona, dal punto di vista di Leo, sedici anni, che gioca a calcio e disprezza la scuola. Un romanzo sentimentale e delicato, che ci ricorda quant’era dura essere adolescenti. Consiglio il romanzo a chi vuole imparare a gestire al meglio pensieri e emozioni di un personaggio, riuscendo a comunicarli attraverso la prima persona senza perdere l’effetto di verosimiglianza.