37 cose che ho imparato durante il cammino di Santiago

#1 L’unico indumento per cui valga la pena spendere soldi è un pile di Decathlon

#2 Almeno una volta al giorno ti senti sconfitto e incapace

#3 Almeno una volta al giorno ti senti forte e invincibile

#4 Nessuna di queste sensazioni rispecchia la realtà (per fortuna)

#5 Mangia spesso frutta secca o biscotti: cerca di evitare il calo di zuccheri

#6 !!??@#°§*!2£ mamma “!£$%&!!!?^lasagne £$%°ç§§?!”£??!!casa “£”$%ç@°à!
Siediti e mangia un pezzo di pane: hai appena avuto un calo di zuccheri

#7 L’80% delle cose che credi necessarie sono inutili e ti peseranno tutto il giorno nello zaino sulla schiena

#8 Quanto è lungo un passo

#9 Quanto è lungo un metro

#10 Dove sono tutti i tuoi tendini (oh sì, hai dei tendini anche lì!)

#11 Esistono persone che non tolgono mai il cappello da alpino, anche se fanno 40°

#12 Tante persone perdono il lavoro e decidono di camminare

#13 Sono fortunata a poter decidere di camminare senza aver perso il lavoro

#14 Ragazzi e ragazze si innamorano: senza trucchi, senza tacchi, senza niente

#15 Ragazze ungheresi partono sole con una tenda per 2, incontrano ragazzi francesi partiti soli: finisce che trovano chi porta la tenda e chi fa l’amore

#16 La sete di wifi

#17 La sete vera che ti viene camminando per ore. (Allora non saprai nemmeno più cos’è il wifi)

#18 Camminare, mangiare, bere, dormire

#19 La confidenza con gli sconosciuti

#20 Gli sconosciuti non sono sconosciuti

#21 Non hai paura, alle 5 della mattina, al buio con una torcia: tutto quello che puoi incontrare è un altro come te

#22 I danesi con le gambe lunghissime andrebbero squalificati. O almeno rallentati con piccole trappole

#23 Quando vedi il campanile non è finita: manca ancora tantissimo al fottuto campanile

#24 Se vedi un cimitero, c’è un paese, se c’è un paese c’è un bar e un panino

#25 A un certo punto 10 kilometri smettono di essere 8 minuti di macchina e diventano 2 ore e mezza di cammino

#26 Apprezza l’acqua, apprezza di più l’Oki

#27 Non hai bisogno di tatuaggi per ricordare qualcosa sulla tua pelle: sta già tutto tatuato sotto i tuoi piedi

#28 Aggiungere la “s” alla fine delle parole non significa parlare spagnolo: ma aiuta a farsi capire

#29 Non serve uno specchio per vestirsi prima di uscire

#30 Non serve uno specchio quasi mai alla fine nella vita

#31 Esiste ancora un cattolicesimo di livello C2 Proficiency che non scherza un cazzo

#32 Anche le suore dormono nel sacco a pelo

#33 Rivaluta il tuo abbigliamento delle medie: marsupio, pile, poncho, tuta e calzettoni. Il brutto è utile, quasi sempre

#34 ULTREYA!

#35 Il mestiere più redditizio di Spagna è il tassinaro lungo il cammino di Santiago

# 36 Il secondo mestiere più redditizio di Spagna è il paninaro lungo il cammino di Santiago

#37 A volte mi preoccupo troppo. E invece


     ➤➤ Segui Medium Italia anche su Twitter | Facebook | RSS