C’è proprio bisogno di un esercito di sociologi, invece. Così come di urbanisti, di antropologi, di etnografi, di statistici, di psicologi, di studiosi delle emarginazioni e delle diseguaglianze, delle periferie, delle religioni, del razzismo. C’è bisogno come il pane di chi ricerca le dinamiche che creano guerre e morte — Alessandro Gilioli