Libri

Due soli libri, per il 2017

Andrea Zanni
Dec 23, 2016 · 2 min read

Di Andrea Zanni

Io purtroppo non sono un “influenser” per cui nessuno mi chiede quali sono i libri dell’anno, ma mentre preparo il listone e le bibliostatistiche, ve li dico lo stesso.
Libri belli ne ho letti tanti; libri imprescindibili e belli e importanti, due.

Image for post
Image for post
Tra me e il mondo, Ta-Nehisi Coates (Codice Edizioni)

Il primo è “Tra me e il mondo”, di Ta-Nehisi Coates. È un libro sul razzismo, scritto come lettera dell’autore al figlio quindicenne.
Ed è la cosa meno paternalistica, più onesta, bella e coraggiosa che si possa immaginare. Ha una lingua semplice e potente, che lo renderebbe utilissimo a scuola, a spiegare cos’è il razzismo, cos’è l’america, cos’è la paura.
Trovate l’ebook ad 1 euro, in questi giorni; oppure compratelo di carta così lo potete prestare a qualcuno.

Image for post
Image for post
Il declino della violenza, Steven Pinker (Mondadori)

Il secondo è “Il declino della violenza”, di Steven Pinker.
È un mattone infinito di ottocento pagine, senza contare note e bibliografia, che ne aggiungono altri cento. (E il formato è larghissimo). E la mia edizione a copertina rigida si sta sfaldando per il peso delle pagine. Ma è bellissimo.
Perchè importante, e controintuitivo: nonostante tutto quello che vediamo e crediamo, il mondo sta davvero migliorando. E dato che non ci crede nessuno, Pinker ha prodotto, raccolto, selezionato una mole mostruosa di dati, grafici, ricerche e fonti per dimostrarlo.
Ci sono 2003 note, e circa mille libri e articoli in bibliografia (si, le ho contate).
Ogni pagina cerca di smontare i nostri preconcetti e le nostre paure, e ci racconta cose che conosciamo, ma che abbiamo dimenticato.
Alcune pagine sono difficili da mandare già (la storia della tortura è terribile) ma il tutto aiuta ad avere una nuova prospettiva sulla storia umana.
Forse non perfetto, forse troppo prolisso, forse pure parziale verso il liberismo e l’Occidente; rimane comunque un capolavoro e il lavoro degno di una vita.
Come diceva Martin Luther King:

“L’arco dell’universo morale è lungo, ma si piega verso la giustizia”.


(Nota dell’autore: Enrico Pitzianti ha preso coraggio e ne ha scritto un bell’articolo sull’Indiscreto. In un anno funesto come il 2016 diventa quasi una lettura obbligatoria).

Medium Italia

La pubblicazione di Medium in italiano.

Welcome to a place where words matter. On Medium, smart voices and original ideas take center stage - with no ads in sight. Watch
Follow all the topics you care about, and we’ll deliver the best stories for you to your homepage and inbox. Explore
Get unlimited access to the best stories on Medium — and support writers while you’re at it. Just $5/month. Upgrade

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store