Libri

I libri del 2016, in dati

Rubrica bibliostatistica di fine anno. A seguito delle recensioni, qualche dato sui libri letti quest’anno

Di Andrea Zanni

Tutte le copertine del 2016.

Numeri molto simili al 2015, che dimostrano una certa consistenza: 10496 pagine lette (l’anno scorso erano 10506) per 39 libri finiti.

Ne ho però iniziati di più: 49, di 48 autori diversi, per 24 case editrici. Ho letto due libri di uno stesso autore solo nel caso di Camus.

Vincono, per numero di pagine, Einaudi, Adelphi e Mondandori.

Lo spessore della linea è dato dal numero di pagine.

Le pagine totali se avessi letto tutto sono tante: 14331. La differenza è quasi tutta contenuta in 3 mattoni come l’Ulisse, Il demone di mezzogiorno e Memorie di un malato di nervi, che non ho completato. I primi due conto di finirli con calma nel 2017, mentre il terzo torna nel limbo, assieme al sodale Calasso. Altri tre definitivamente abbandonati (Morozov, Kafka, Ponge). È stato un anno molto disciplinato, con pochi falsi positivi.

Il rapporto fra fiction e nonfiction è 14 a 35: cioè molta più narrativa del solito.

Blu per nonfiction, rosso per fiction, dimensione data dal numero di pagine.

Dal lato degli editori, la divisione fra fiction e non fiction è come segue:

La larghezza dei segmenti è data dal numero di pagine.

L’estate ha portato la spiaggia, quindi l’ebook reader, quindi i libri in inglese: 5, a cui si aggiunge un folle Computer Lib/Dream machines su carta. Complice un Kindle morto, non ho letto su digitale se non in quelle due settimane.

Gender gap: tasto dolente. Solo 3 donne (fra i libri per me più belli dell’anno: Chiara Valerio, Katie Hafner, Sylvia Beach). Fa abbastanza impressione vedere tutte queste palle rosse.

In verde gli Autori Vari.

Sono peggiorato sulla diversità di genere, migliorato su quella per nazionalità e cultura, anche se italiani e statunitensi la fanno ovviamente da padroni.

Dimensione per pagina.
Tutti gli autori (i colori non corrispondono al grafico sopra, sorry).

Come l’anno scorso, ho utilizzato sempre i dati che ho tracciato con aNobii, e poi ho giocato con i grafici di RAW.

Volendo, potete farlo anche voi: se avete aNobii o Goodreads, viene molto più semplice. Ecco i passaggi principali:

  • scaricate la vostra libreria (in Excel o csv)
  • provate ad importarla in un foglio Excel per metterla a posto (alcuni dati, tipo il sesso dell’autore, o la dicotomia fiction/nonfiction, vanno messi a mano). Inoltre, controllate che i nomi degli autori e delle case editrici siano coerenti
  • importate il foglio “ripulito” su RAW
  • Giocate. Buon divertimento.